Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

«Vietato abbaiare nell'orario di riposo»: il Comune disposto a multare i padroni

Martedì 21 Luglio 2015
«Vietato abbaiare nell'orario di riposo»: il Comune disposto a multare i padroni
ROMA - I padroni di cani che abbaiano durante l'orario di riposo rischiano multe dai 25 ai 500 euro: è quanto stabilito da un'ordinanza sindacale del Comune di Controne, in Campania. Non solo, altre disposizioni riguardano i bisogni degli animali. E’ malcostume diffuso abbandonare gli escrementi degli animali durante le passeggiate e non gettare acqua sulla pipì che i cani fanno per strada. Prese in considerazioni tutte le lamentele, il primo cittadino di Controne vieta di "abbandonare assolutamente animali sul territorio comunale; detenere cani legati con la catena e qualora sia necessario la catena deve avere una lunghezza di 5 metri e il cane deve arrivare tranquillamente alla ciotola dell’acqua e del cibo".



Nell'ordinanza si legge: «I cani da guardia di case, orti e poderi, dovranno essere tenuti in modo che non possano recare danno aggredendo i passanti e i proprietari devono impedire che i cani chiassosi non arrechino disturbo alla quiete pubblica nelle ore notturne e di riposo, da intendersi dalle ore 14 alle ore 16».



Ultimo aggiornamento: 17:59