Prelievi con 54 carte di credito rubate:
nei guai due ventenni napoletani

Lunedì 27 Settembre 2021 di Carmen Incisivo
Prelievi con 54 carte di credito rubate: nei guai due ventenni napoletani

Avevano con sé ben 54 carte di credito, tutte presumibilmente rubate, dalle quali prelevavano in lassi di tempo estremamente contenuti, piccole somme di denaro, probabilmente allo scopo di non dare troppo nell'occhio e usare le carte quando più a lungo possibile. Grazie alla segnalazione di un cittadino che aveva notato un'attività a dir poco sospetta allo sportello atm di una banca, sono stati individuati e denunciati dai Carabinieri della Compagnia di Salerno. Si tratta di un 28enne e di un 20enne, entrambi provenienti dall'hinterland di Napoli, che ora dovranno rispondere di ricettazione ed indebito utilizzo di carte di credito.

Il fatto è accaduto venerdì, quando alla centrale operativa della compagnia diretta dal maggiore Adriano Fabio Castellari, è pervenuta una segnalazione di un privato cittadino che denunciava attività sospetta all'intento di un bancomat. L'attento osservatore ha segnalato due soggetti in auto di fronte alla filiale del Banco di Napoli di Via Michelangelo Testa che si trattenevano oltremisura nei pressi dello sportello dando luogo a un insolito andirivieni. I due, infatti, scendevano dall'auto per recarsi all'atm, rientrandovi a fine prelievo e ripetendo nuovamente l'operazione dopo circa cinque minuti. Quanto accadeva ha insospettito molto l'uomo che ha poi segnalato il fatto ai Carabinieri. Una pattuglia della sezione radiomobile è intervenuta immediatamente, bloccando i due soggetti per sottoporli ad identificazione ed accurati controlli. Si tratta di P.G.O.W. 28enne di Melito di Napoli e di S.E. 20enne partenopeo, già noto alle forze dell'ordine per precedenti analoghi. La perquisizione sui due uomini e successivamente sul veicolo, ha rivelato il possesso di 54 carte bancomat e di credito, due telefoni cellulari e la somma in contanti di 650 euro. Quest'ultima è stata ritenuta dagli inquirenti frutto degli indebiti prelevamenti.

Video

Naturalmente tutto quanto trovato in auto e addosso ai due, è sottoposto a sequestro. I due soggetti sono stati deferiti a piede libero per ricettazione ed indebito utilizzo di carte di credito. L'occasione richiama l'attenzione di tutti su due aspetti fondamentali: il primo riguarda la sicurezza delle operazioni con carte e conti correnti, per cui è necessaria la massima prudenza, specialmente nel contattare il proprio istituto di credito in caso di ricezione di mail oppure di sms o altre comunicazioni che richiedano dati personali o codici autorizzativi e pin; il secondo relativo alle segnalazioni del privato cittadino, importantissime e preziose, una semplice telefonata ha evitato danni economici potenzialmente ingenti a ben 54 persone. Le indagini continuano per ricostruire la provenienza delle carte ed i meccanismi utilizzati per carpire i codici di utilizzo. Non si esclude che dietro a quanto accaduto venerdì a Salerno ci sia un giro più ampio di affari che potrebbe coinvolgere altre persone e, ovviamente, altre vittime. Così come sarà necessario capire da quanto tempo veniva portata avanti l'attività illecita e se i legittimi possessori delle carte se ne siano mai accorti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA