Caso Cirillo e Brigate Rosse:
a Sarno il giudice Alemi

Lunedì 24 Settembre 2018 di Rossella Liguori
Caso Cirillo
Domani, alle ore 11, nell'ambito della rassegna culturale SettembreLibri, a Sarno sarà presentato il libro del giudice Carlo Alemi, «Il caso Cirillo. La trattativa Stato - Br - Camorra». Un incontro - dibattito con l'autore su un complesso caso politico e giudiziario.

Il 27 aprile del 1981 le Brigate Rosse rapiscono, a Torre del Greco, il democristiano Ciro Cirillo, assessore all'urbanistica della Regione Campania. Il sequestro si trasforma in un intreccio oscuro i cui protagonisti sono i servizi segreti, gli uomini delle Brigate Rosse, i camorristi e i vertici della Dc.

L'appuntamento, in collaborazione con l'istituto Enrico Fermi, è nell'aula consiliare di Palazzo San Francesco. 

Saranno presenti il sindaco di Sarno e presidente della Provincia di Salerno, Giuseppe Canfora; l'assessore alla pubblica sicurezza, Gianpaolo Salvato; il dirigente scolastico, Antonio Di Riso; il giornalista Geo Nocchetti, il responsabile della redazione di Salerno del Mattino, Mariano Ragusa.

«Il Caso Cirillo  - ha detto l'assessore Salvato - è un libro che racconta una delle pagine più oscure della nostra storia repubblicana. Grande merito al dottor Carlo Alemi che, prima come giudice e poi come autore, ha ricostruito, contro il volere di un sistema, la trattativa, tra lo Stato, le BR e la camorra. La vicenda è relativa al sequestro dell'assessore regionale Ciro Cirillo. Si tratta di una ricerca della verità ottenuta, come lo definisce il già Procuratore Nazionale Antimafia, Franco Roberti, col metodo più rivoluzionario di sempre, ossia, quello di fare fino in fondo il proprio dovere».  © RIPRODUZIONE RISERVATA