Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Castellabate, una piazza per il paisà
Feola mondiale col Brasile '58

Mercoledì 7 Luglio 2021
Castellabate, una piazza per il paisà Feola mondiale col Brasile '58

Un cilentano campione del mondo, anzi allenatore del Brasile che vinse la prima coppa - allora si chiamava Rimet - nel 1958, quella in cui giocavano Garrincha e il giovanissimo Pelé. È la proposta avanzata da Davide Polito, presidente della Fondazione Polito e del Museo del calcio a Santa Maria, al Comune di Castellabate. Figlio di due emigrati cilentani, Feola è entrato nella storia della Seleçao e adesso i suoi compaesani lo vorrebbero ricordare. «Una persona di Castellabate grande nel mondo. Vicente Feola, campione del mondo da allenatore nel 1958, è stato lui a volere Pelé e Garrincha insieme, creando il Brasile più bello di sempre. La fondazione ha inoltrato la richiesta al Comune per ricordarlo con l’intestazione di una strada, una piazza o un parco pubblico, affinché il ricordo di quello che è stato non tramonti mai», spiega Polito.

Ultimo aggiornamento: 20:25 © RIPRODUZIONE RISERVATA