Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Cava de' Tirreni, raffica di multe
per chi non si ferma al semaforo rosso

Giovedì 4 Agosto 2022 di Simona Chiariello
Cava de' Tirreni, raffica di multe per chi non si ferma al semaforo rosso

Mancato stop al semaforo: fioccano le multe. Continuano le polemiche per l'elevato numero di verbali e sanzioni arrivate a molti cittadini cavesi per non essersi fermati al rosso al semaforo di Pregiato. Per molti dei responsabili dell'infrazione si tratterebbe di un errore, causato dalla segnaletica, e in particolare della linea bianca (che delimita l'area dove fermarsi) a una distanza non corretta. In pratica, gli automobilisti si fermerebbe quando già scatta la sanzione. A tale proposito molti cittadini hanno avanzato la possibilità di riunirsi per presentare ricorso. Eppure lo stesso assessore alla viabilità Germano Baldi ha precisato che la segnaletica è corretta e anche le multe sono regolari. E non solo dopo l'incidente mortale, registratori lungo la statale all'altezza di via XXV Luglio, in cui ha perso la vita un giovane di Nocera Inferiore, in molti hanno invocato l'attivazione dei semafori anche di notte come deterrente contro l'alta velocità. Se, infatti, in un primo momento erano fioccate critiche, illazioni e i sospetti su un trucchetto per risanare le casse comunali, ora sono gli stessi automobilisti e cittadini a chiedere l'attivazione anche notturna dei semafori per motivi di sicurezza stradale.

Video

«Ben vengono le multe se servono ad evitare incidenti. I semafori devono essere rispettati. In via Marconi, il mancato rispetto del rosso è stato all'origine di numerosi incidenti anche molto gravi» dice Baldi.

Ultimo aggiornamento: 11:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA