Il Cilento conquista King Kong,
il gorilla approda a Camerota

di Carmela Santi

Dopo Anna è il Cilento a conquistare il cuore di King kong. Il gorilla più famoso del mondo ha scelto Marina di Camerota per restare eterno, almeno nell’immaginario di due simpatici abitanti del luogo, Giuseppe Scelza e Antonio Rizzuti, che hanno visto nell’enorme masso adagiato sulla spiaggia del mingardo proprio le fattezze di King Kong. Se Agropoli, ormai, è divenuta la città dove sul mare è apparsa la sagoma di cristo a seguito della diffusione virale di una foto ritraente uno spiraglio di luce, da Camerota, l’altra perla della costiera cilentana, Giuseppe e Antonio ci stupiscono con un’altra suggestione, affermando in maniera satirica e realistica, che questo scoglio abbia le fattezze di king kong. La loro suggestione va oltre l’immaginario e propongono di battezzare la roccia col nome di Cil kong.

Lo scimmione, generato dalla mente brillante di Merian Cooper, potrebbe diventare un’ulteriore forma di attrazione turistica per i numerosi visitatori che ogni anno affollano le spiagge del Cilento. Nella terra dove nell’antichità, secondo il mito, giunse il nocchiero di Enea e Camerota assunse le fattezze di una roccia, nell’età contemporanea il mito ha ceduto il passo al cinema. E’ chiaro che certe similitudini, quando si palesano, possono far mescolare la creatività e l’immaginazione con la realtà. La trama dello storico film di king Kong potrebbe, pertanto, allungarsi in maniera imprevista e avere un nuovo fantasioso epilogo: dopo l’amore per Anna che ha affascinato tante generazioni di spettatori, il gorilla si è innamorato di Camerota e si è solidificato per restare accanto alla sua nuova amata, cambiando addirittura il suo nome: Cil Kong.
 
Venerdì 19 Aprile 2019, 13:20
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP