Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Cilento, notaia muore in spiaggia:
anni fa il figlio morì allo stesso modo

Giovedì 2 Giugno 2022 di Antonio Vuolo
Cilento, notaia muore in spiaggia: anni fa il figlio morì allo stesso modo

Tragedia in mare ieri mattina lungo la costa del Mingardo. Marianna Orlando, 71 anni, originaria di Sicilì, frazione di Morigerati, e residente da anni a Vinci, in Toscana, è morta in seguito ad un malore nello specchio d'acqua antistante una struttura balneare, tra Marina di Camerota e Palinuro. Inutili i soccorsi, seppur immediati, per cercare di strapparla alla morte. La tragedia si è consumata intorno all'ora di pranzo. La professionista, notaia affermata in Toscana, stava trascorrendo qualche ora di relax in spiaggia con il marito, nell'amato Cilento, quando si è sentita male.

I bagnini dello stabilimento dove la 71enne si trovava, si sono subito tuffati in acqua e l'hanno riportata a riva. Intanto, sul posto è giunta anche un'ambulanza del 118 della Misericordia di Palinuro. I soccorritori hanno provato a rianimarla effettuando diversi massaggi cardiaci, ma non c'è stato nulla da fare per la professionista cilentana. Fatale per la donna un malore. Molto scosso il marito che era in spiaggia insieme a lei. Visibilmente provati anche gli altri turisti che, quando è avvenuta la disgrazia, si trovavano sull'arenile per i primi bagni di stagione. Sul luogo della tragedia anche i carabinieri della locale stazione, comandati dal maresciallo Francesco Carelli, e i militari della Guardia Costiera di Palinuro, diretti dalla tenente di vascello Amalia Mugavero. Dopo l'esame esterno del medico legale, la salma è stata liberata e consegnata ai familiari. I funerali si terranno oggi pomeriggio nella chiesetta di Sicilì, dove poi la donna sarà anche tumulata. La donna lascia il marito e una figlia, anch'essa residente in Toscana.

Video

Tanti anni fa, la famiglia era stata segnata da un'altra terribile tragedia: la morte in giovane età di un figlio, anch'egli in seguito ad un malore. La notizia ha raggiunto subito la piccola frazione di Sicilì, dove la donna, nonostante vivesse da anni in Toscana, era molto conosciuta e stimata. Aveva, infatti, realizzato una splendida residenza, dove si rifugiava spesso per staccare dal lavoro. Sempre forte, infatti, è rimasto il legame con la sua terra natia. «Siamo molto addolorati - commenta il vice sindaco, Cono D'Elia - L'avevo vista pochi giorni fa, sorridente come sempre. L'incontravo spesso. Ha dato lustro al nostro territorio, facendosi conoscere e apprezzare per le sue doti professionali e umane. E poi era molto legata alla sua terra natia, dove aveva investito e dove tornava spesso insieme al marito, ospitando anche tanti suoi amici toscani proprio per far conoscere le nostre bellezze. Sentiremo sicuramente la sua mancanza e ci associamo al dolore che ha segnato la famiglia». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA