Cilento, un altro morto a Trentova:
papà annega davanti al figlio disabile

Venerdì 10 Settembre 2021 di Carmela Santi
Cilento, un altro morto a Trentova: papà annega davanti al figlio disabile

Ancora una tragedia nel mare del Cilento. A meno di ventiquattr'ore dalla morte di Giuseppe Starnella 79enne di Agropoli morto mercoledì mattina sulla spiaggia di Trentova, un'altro dramma si è consumato sulla spiaggia del centro costiero del Cilento. A perdere la vita un anziano di 77 anni residente a Torino e in vacanza con la famiglia ad Agropoli.

L'uomo ieri mattina ha parcheggiato la sua auto nei pressi dello scoglio di Trentova e insieme al figlio disabile si è incamminato per le scalette che conducono alla spiaggia. Giunto sulla spiaggia ha deciso di fare il bagno mentre il figlio lo attendeva a riva. Dopo un po’, però, i bagnanti hanno visto il corpo dell’uomo galleggiare in mare e hanno fatto scattare l’allarme. Una scena straziante che si é consumata sotto gli occhi dei bagnanti presenti sulla spiaggia di Trentova ma soprattutto del figlio disabile. Immediato l'arrivo sul posto dei sanitari del 118 e degli uomini della Guardia Costiera. Purtroppo, però, per il 77enne non c’è stato nulla da fare. Ogni tentativo di rianimarlo è stato vano. I primi soccorritori e alcuni presenti, tra cui il consigliere comunale Gisella Botticchio che hanno assistito al drammatico momento hanno subito assistenza al figlio della sfortunata vittima. L'uomo era visibilmente disorientato. Sul posto anche il medico legale per l’esame esterno del corpo del 77enne, deceduto probabilmente per un arresto cardiaco. Dopo le formalità di rito la salma è stata restituita ai familiari.

Video

Un'estate davvero tragica sulle spiagge del Cilento. Solo due giorni fa sempre a Trentova di Agropoli aveva perso il 79enne di Agropoli deceduto mentre faceva il bagno. Stava approfittando del sole di settembre per godere ancore di qualche ore in spiaggia quando è stato colto da improvviso malore. Anche per lui é stato vano ogni tentativo di soccorso. Così come nel corso della stagione calda sono stati unitili gli interventi dei sanitari nei diversi casi di improvvisi malori, rivelatisi poi fatali, registratisi lungo tutta la costa Cilentana da Capaccio Paestum a Palinuro. A perdere la vita nel mare cilentano anche ragazzi. La tragedia che si è consumata a Castellabre dopo ferragosto ha visto morire per annegamento un 26enne senegalese. Sylla Ndyebel è stato risucchiato dal mare in località Pozzillo. Il 26enne straniero, residente da tempo nel Cilento, stava facendo il bagno con un amico, che è riuscito a tornare a riva e a dare l’allarme. Immediatamente si sono buttati in mare i bagnini presenti in spiaggia e gli uomini del salvamento via mare. Poi, le manovre cardiache, ma Sylla non si è più risvegliato. Il 26enne era in vacanza nel Cilento. Aveva da pochi giorni raggiunto un amico senegalese che lavora a Castellabate.

Aveva invece 39 anni Antonio De Pasquale, originario di Salerno, morto mentre era in riva al mare sulla spiaggia di Mezzatorre nel comune di San Mauro Cilento.

Ultimo aggiornamento: 13:53 © RIPRODUZIONE RISERVATA