Stalker perseguita la ex compagna,
la Procura applica il codice rosso

Domenica 1 Dicembre 2019 di Nicola Sorrentino
È stato raggiunto da un ennesimo divieto di avvicinamento un uomo di 40 anni, accusato di stalking, per aver perseguitato la sua ex compagna. Una circostanza che in passato gli era già costata il carcere, per via di un'ossessione fatta di pedinamenti, telefonate, minacce e violenze di ogni sorta. L'indagato è stato raggiunto da una misura di prevenzione, che sulla carta gli proibisce di avere contatti o telefonate con la donna, impiegata in un’azienda agricola, costretta per diverso tempo a subire l’ostinazione dell’ex compagno.

«O stai con me o con nessuno», avrebbe minacciato lui più volte. «Ora mi mandi in galera di nuovo», le diceva, mentre la vittima si trovava in ufficio, a raccontare l'ennesima minaccia subita. Nonostante la misura emessa dal giudice a vietare anche il solo contatto telefonico, l'uomo sarebbe comunque riuscito a contattare la donna, più volte, tentando di recuperare un rapporto oramai finito. Ma spesso, facendolo con metodi intimidatori e minacciosi. Proprio in ragione di ciò, i carabinieri di San Valentino Torio avevano poi raccolto la nuova denuncia della donna, inviando il materiale alla procura di Nocera Inferiore, che ha chiesto e ottenuto per l'uomo una nuova misura cautelare personale. L'organo inquirente ha attivato il codice rosso, che obbliga forze dell'ordine e pm a dare riscontro alle parole della vittima entro tre giorni, prima di procedere con un provvedimento cautelare.  © RIPRODUZIONE RISERVATA