Sarno, stalker esce dal carcere:
«Migliorato rapporto con la moglie»

di Nicola Sorrentino

Aveva perseguitato la moglie più volte, guadagnandosi un divieto di allontanamento, dopo aver tentato anche di consumare un estorsione nei suoi riguardi. Ieri è stato liberato dal carcere per essere sottoposto agli arresti domiciliari. E questo grazie a due colloqui avuti proprio con la moglie, a seguito dei quali il clima di tensione tra i due si sarebbe affievolito di molto. Come spiega il gip del tribunale di Nocera Inferiore nel suo provvedimento, dopo aver accolto l'istanza del legale difensore Gerardo Di Filippo: «Il rapporto tra i due è migliorato, così come il ridimensionamento del timore e della paura della persona offesa». Una condizione riscontrata dagli stessi inquirenti, che hanno spinto il magistrato a disporre uno stato d'arresto in regime di domiciliari per l'indagato, coinvolto in due procedimenti separati con accuse che vanno dallo stalking alla tentata estorsione, ma anche di violazione della misura alla quale era stato sottoposto in precedenza.

Tuttavia, per riguadagnarsi la libertà, l'uomo, un 30enne di Sarno che era in carcere da tre mesi, avrà ancora molta strada da fare: «Le esigenze cautelari - spiega il gip - non possono ritenersi del tutto cessate, senza un vaglio sul comportamento dell'imputato, una volta riacquistata la libertà, non potendo omettere di considerare che è stato destinatario di ben due ordinanze di aggravamento, per reiterate violazioni della primigenia misura del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla parte offesa». Anche il tempo trascorso in carcere potrebbe aver influito positivamente sull'uomo: «Si tratta di un lasso di tempo lungo - motiva il gip - che può aver suscitato nell'indagato un sentimento di resipiscenza per le condotte violente commesse in passato nei confronti della donna». Il 30enne era stato denunciato a seguito di un peggioramento dei rapporti tra lui e la moglie, con l'allontanamento da casa del primo e le persecuzioni messe in atto nei confronti della donna.  

 
Martedì 19 Marzo 2019, 15:46
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP