Colpi d'arma da fuoco contro il cancello di casa dell'ex presidente della Nocerina

di Nicola Sorrentino

  • 6
NOCERA INFERIORE. Pare non esserci pace per l'imprenditore ed ex presidente della Nocerina, Giuseppe De Marinis. Nella giornata di venerdì, la moglie nell'uscire di casa per accompagnare i figli a scuola ha notato dei fori a ridosso del cancello della propria abitazione. Erano fori di proiettile. Nove per la precisione. Sull'episodio sta indagando la polizia del commissariato di stato, con i rilievi effettuati dagli agenti della sezione scientifica. Sul luogo sono stati trovati nove bossoli. Non è possibile, al momento, escludere nulla. Neanche la pista dell'intimidazione.

Solo a gennaio di un anno fa, quello stesso cancello era stato danneggiato da una bomba carta. Era una domenica sera. Noto imprenditore, De Marinis ha rivestito in passato anche il ruolo di presidente della Nocerina calcio. Nel suo passato ci sono diverse indagini e processi, alcuni dei quali in corso al tribunale di via Falcone. Nel 2012 fu vittima di un pestaggio da parte di uomini interni ad un clan della 'ndrangheta calabrese. Fu poi destinatario, ma come parte offesa, di una richiesta di soldi da parte di altri due soggetti con il passato criminale tra l'Agro nocerino e il napoletano. Per poi essere coinvolto in un'inchiesta per evasione e truffa su accise e Iva, legati questa volta alla sua attività di imprenditore nella filiera degli oli con trasporto su scala internazionale. Venerdì sera, i fori ritrovati sul muro del suo domicilio hanno spinto gli inquirenti ad avviare un'attività investigativa per dare un senso alla inquietante circostanza
Sabato 13 Gennaio 2018, 23:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP