Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Colpita da malore a 16 anni davanti alla lite tra patrigno e fratello, salvata con delicato intervento chirurgico

Mercoledì 15 Luglio 2015 di Nello Ferrigno
Colpita da malore a 16 anni davanti alla lite tra patrigno e fratello, salvata con delicato intervento chirurgico
NOCERA INFERIORE - E’ stata salvata dall’immediato intervento dei medici del reparto di cardiologia dell’ospedale Umberto I. Ma anche da un innovativo defibrillatore, grande appena pochi centimetri, che si impianta sottopelle.



Sta bene la ragazza di 16 anni di Sant’Egidio Montalbino a cui, quindici giorni fa, le si fermò il cuore per la forte emozione vissuta assistendo alla lite tra il patrigno e un fratello.



I medici che la presero in cura hanno anche scoperto che la giovane soffre di una cardiopatia che potrebbe provocarle un nuovo arresto cardiaco. Per questo motivo il dottore Nicola Capuano ha deciso di impiantarle l’innovativo defibrillatore. E’ la prima volta che viene utilizzato in un ospedale della provincia di Salerno ed è tra i primi ad essere impiantati in Italia.
Ultimo aggiornamento: 17:14 © RIPRODUZIONE RISERVATA