Coltellate per il furto di un cellulare: 18enne a processo

di Nicola Sorrentino

SAN MARZANO SUL SARNO. La procura chiede il processo con rito immediato per l’accusa di tentato omicidio a carico di Clemente Mandile, il ragazzo che accoltellò il 26enne S.G., raggiunto da un fendente che solo per caso non lo uccise. Dopo la perizia per verificare la potenziale pericolosità del coltello e accertare se questo fosse stato in grado di uccidere, la procura di Nocera Inferiore nel corso del prosieguo dell’inchiesta ha presentato la richiesta di processo a carico del diciottenne, con la prima ipotesi investigativa che lo accusava di lesioni gravi e ora la richiesta arrivata ad ipotizzare il tentativo omicida. Il fatto avvenne il 5 marzo scorso. Il giovane si recò dalla vittima, accusandolo di aver rubato il cellulare ad un ragazzino nella villa comunale di San Marzano sul Sarno. La discussione degenerò in una colluttazione, con il 18enne che - a suo dire - si difese dall'aggressione di quella che poi diventerà la vittima, accoltellandolo. Colpì anche il padre, intervenuto per separare i due. Fu poi arrestato dai carabinieri in tarda serata, dopo la raccolta di diverse testimonianze 
Martedì 17 Aprile 2018, 12:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP