Coronavirus a Salerno, chi è il paziente 1:
biologa, 26 anni, era tornata da Cremona

Mercoledì 26 Febbraio 2020
È di un comune del Cilento, Montano Antilia, ma risiede a Cremona, la donna ricoverata in isolamento nell'ospedale San Luca di Vallo della Lucania che - in attesa del responso dell'ospedale Spallanzani di Roma cui è stato inviato il tampone - potrebbe essere affetta da coronavirus.

LEGGI ANCHE «Casi sospetti non da focolai locali ma dal Nord»

Su Facebook, il sindaco del comune cilentano, Luciano Trivelli, ha comunicato ai cittadini di aver posto in quarantena tutti coloro che sono entrati in contatto con la 26enne, a partire dalla famiglia che l'ha accompagnata in ospedale. La paziente era di ritorno da Cremona, dove risiede e lavora, per trascorrere qualche giorno di relax nella sua terra di origine.



Trivelli invita a «mantenere la calma» e ha informato i cittadini di aver messo in atto «tutte le misure utili a salvaguardare la salute non sono dei miei cittadini, ma anche quelli dei comuni limitrofi». «Da qualche giorno - racconta in un video il primo cittadino - nella frazione di Abatemarco è arrivata una ragazza che risiede in Lombardia, peraltro in un'area che non è stata definita 'rossa', per trascorrere qui un periodo di ferie».

 

«Da qualche giorno manifestava una sintomatologia caratterizzata da febbre anche alta - dice - ragione per la quale ieri sera la ragazza accompagnata dai genitori è andata in ospedale». È lì che, una volta ascoltata, i medici del presidio di Vallo della Lucania hanno messo in atto tutti gli atti necessari per accertare le cause. «La ragazza è in isolamento ed è costantemente monitorata - conclude - appena conoscerò i risultati provvederò a comunicarli».

La ragazza, di orgini ucraina, è stata trasferita dall'ospedale «San Luca» al «Cotugno» di Napoli. Da quanto si apprende le sue condizioni non sono critiche. 
Ultimo aggiornamento: 21:25 © RIPRODUZIONE RISERVATA