Coronavirus, torna da Piacenza e denuncia
il sindaco di Buccino: «Mi mette ai domiciliari»

Venerdì 28 Febbraio 2020 di Margherita Siani

Un'ordinanza nel mirino, tra difesa ed accusa. È quella di Buccino, emessa domenica scorsa dal sindaco, Nicola Parisi, per mettere in quarantena una famiglia di Codogno ed un cittadino proveniente da Piacenza. Quest'ultimo annuncia via social una denuncia al sindaco, reo di averlo messo «agli arresti domiciliari», con tanti cittadini che provano, sempre via social, a frenare, inutilmente, la sua ira.

LEGGI ANCHE Coronavirus, la base militare di Roccaraso centro di quarantena

Ci mette il suo anche Gregorio Fiscina, storico oppositore di Parisi, un tempo dentro oggi fuori dal consiglio comunale, che diffida il sindaco al Prefetto. Per Fiscina è «solo stupida pubblicità del sindaco pavone» e poi una lunga scia di accuse. Non è tenero neppure il cittadino messo in quarantena, anche lui uno dei più acerrimi oppositori, nei suoi quotidiani post, dirette social incluse. Il confine tra veleni politici e altro sembra davvero sottile, considerati i trascorsi tra i protagonisti della vicenda. Intanto, l'indicazione sulla presenza di questo cittadino di Piacenza era giunta direttamente dalle forze dell'ordine, nell'ottica del contenimento del virus.

In attesa delle decisioni dei giudici, del Prefetto (peraltro incontrato ieri) sulla eventuale illegittimità del provvedimento, intanto, l'ordinanza resta. 

Ultimo aggiornamento: 19:39 © RIPRODUZIONE RISERVATA