CORONAVIRUS

Gaetano, morto sospetto di Covid:
niente tampone, indagati quattro medici

Lunedì 30 Marzo 2020 di Nicola Sorrentino

Sospetto decesso per Covid-19, la procura di Nocera Inferiore ha avviato un’inchiesta sulla morte di Gaetano Damiano, il 50enne residente a Mercato San Severino, ma originario della provincia di Benevento, deceduto nella notte tra domenica e lunedì scorsi all’ospedale «Fucito». Sono quattro i medici formalmente indagati per omicidio colposo e responsabilità colposa per morte o lesioni. La famiglia della vittima, assistita dal legale Viviano Nobile, vuole la verità sulla morte del proprio caro. In un esposto, viene denunciato che il paziente avrebbe atteso per due ore in pronto soccorso, prima di essere visitato. La famiglia non avrebbe avuto alcuna spiegazione sulle cause del decesso, comunicato solo dopo mezzanotte. 

Damiano non era stato sottoposto al tampone per verificare se fosse positivo al Coronavirus, ma la sua famiglia, moglie e due figli, è stata sottoposta a quarantena nel giorno stesso del decesso. Le indagini sono affidate al sostituto Davide Palmieri della Procura di Nocera Inferiore, che conferirà incarico al medico legale nella giornata di martedì. Prima dell’autopsia, i medici potrebbero decidere di effettuare comunque un tampone, poi la Procura potrebbe a sua volta spostare l’autopsia di qualche giorno, per adottare tutte le cautele del caso. Solo dopo il risultato del tampone, infatti, si potrà stabilire se Gaetano Damiano fosse positivo o meno al Covid-19.

Ultimo aggiornamento: 07:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA