Coronavirus, controlli nelle strade a Nocera:
compra guinzaglio e dice: «Il cane è fuggito»

Mercoledì 1 Aprile 2020 di Nicola Sorrentino

Dal guinzaglio comprato senza cane alla persona fermata che guidava senza patente, ribellandosi alle forze dell'ordine. Nell'Agro nocerino proseguono i controlli di polizia e carabinieri per segnalare e denunciare chi non rispetta le ordinanze del Governo che vietano di uscire di casa, ad eccezione di ragioni di stretta necessità, per prevenire il contagio e la diffusione del Coronavirus. A Nocera Inferiore, un uomo è stato trovato in possesso di un guinzaglio, ma senza il cane. Alle forze dell'ordine, i carabinieri in questo caso, aveva detto di averlo perso.

LEGGI ANCHE Coronavirus a Napoli, arrivano i test rapidi: i primi per chi lavora all'ospedale Cardarelli

Ma da una verifica eseguita dai militari, con domande relative alla tipologia di cane e ai dati del microchip, l'uomo si è scoperto. Il guinzaglio era stato comprato in precedenza e sarebbe servito, secondo i carabinieri, a permettere all'uomo di circolare pur non avendo un cane. Magari fornendo sempre la stessa giustificazione. La persona in questione è stata multata, così come è stato denunciato e multato un uomo fermato all'ingresso di Nocera Inferiore, all'altezza del casello autostradale, dagli agenti del commissariato di polizia. Senza patente, veniva da Pompei ed è stato fermato per un controllo. Sprovvisto di patente, è stato denunciato ma lo stesso ha poi reagito, cercando di aggredire gli agenti. Per lui è scattata anche la denuncia a piede libero per resistenza a pubblico ufficiale e minaccia. Anche lui era diretto nell'Agro nocerino senza alcun valido motivo, oltre che sprovvisto di autocertificazione. Sei le denunce elevate dalle forze dell'ordine, tra Nocera Inferiore e Pagani, che ieri mattina registravano ancora diversi assembramenti per strada. Tante persone in giro, senza alcun motivo, che fornivano a chi è impegnato nei controlli, giustificazioni difficili da ritenere veritiere. 

Ultimo aggiornamento: 10:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA