Covid a Salerno, morta mamma
incinta e positiva: non era vaccinata

Lunedì 15 Novembre 2021
Mamma morta di Covid

Non era vaccinata contro il Covid-19 la 26enne di Montano Antilia Antonietta Delli Santi, morta ieri nel reparto di terapia intensiva dell'azienda ospedaliera universitaria Federico II di Napoli, poco più di due mesi dopo il decesso della bimba che portava in grembo e che è stata fatta nascere prematuramente alla ventiquattresima settimana di gravidanza.

La giovane, già madre di un altro bambino, è stata trasportata a fine agosto al nosocomio napoletano, dotato di un reparto dedicato alle donne incinte positive al Covid con blocco parto e terapia intensiva neonatale, dopo essere stata ricoverata in un primo momento all'ospedale di Vallo della Lucania. Al suo arrivo a Napoli presentava già un quadro clinico ritenuto gravissimo, e che tale è rimasto nei mesi in cui è rimasta ricoverata in terapia intensiva.

È il secondo decesso di una donna incinta che si è registrato al policlinico napoletano da settembre ad oggi. Sono in tutto sette le donne incinte positive al Covid che sono state ricoverate nel reparto (una lo è ancora ed è in condizioni stazionarie), nessuna di loro si era sottoposta al vaccino anti-Covid.

Video

Il professore Giuseppe Servillo, primario di anestesia e rianimazione dell'azienda ospedaliera universitaria Federico II di Napoli, ribadisce all'Adnkronos l'appello rivolto alle donne in gravidanza a sottoporsi al vaccino: «Le donne incinte devono vaccinarsi, la gravidanza può amplificare gli effetti dannosi del Covid», spiega.

Ultimo aggiornamento: 16 Novembre, 12:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA