Covid a Salerno, Ruggi in sofferenza:
stop alle cure, liste d'attesa bloccate

Venerdì 24 Dicembre 2021 di Sabino Russo
Covid a Salerno, Ruggi in sofferenza: stop alle cure, liste d'attesa bloccate

Personale spostato nei reparti covid e liste d'attesa bloccate al Ruggi. A soffrire sono soprattutto la Breast Unit (tumori al seno) e l'oncoematologia. Garantite solo le urgenze. La situazione dovrebbe sbloccarsi nei prossimi giorni. Continua a viaggiare a grande velocità, nel frattempo, il virus nel salernitano. Sono 481 i tamponi positivi comunicati ieri dall'Unità di crisi. A Salerno città la media è di 30 nuovi casi al giorno. Una crescita importante, ma il sindaco rassicura: «Situazione sotto controllo». A Eboli 57 nuovi infettati, 50 in Costiera amalfitana.

La riattivazione dei posti letto covid provoca un sostanziale blocco delle liste d'attesa, già appesantite in questi mesi dalla pandemia. Una situazione resa ancora più complicata dall'esigenza di dirottare parte del personale, che sconta di per sé una anemia atavica, nelle nuove corsie. A soffrire sono, principalmente, l'oncoematologia e la Breast Unit, dove qualche tempo fa il Tribunale del malato denunciava che a dicembre sarebbero state operate solo 4 donne con carcinoma mammario, a fronte di 30 in lita d'attesa. Al momento, sono garantite solo le urgenze. Una condizione in ogni caso momentanea, visto che è stato già organizzato un tavolo di lavoro e nel giro di qualche giorno i reparti dovrebbero riprendere a lavorare a pieno regime.

Sono 481 i tamponi positivi comunicati ieri dall'Unità di crisi. In città la media è di 30 nuovi casi al giorno. Sono 24 i nuovi casi registrati, come emerso dai 1.062 tamponi esaminati. In particolare 14 positivi sono emersi dai tamponi nei centri privati accreditati e 7 quelli dal laboratorio del Ruggi. Tra i contagiati, c'è anche un bambino di 6 anni: è il paziente più giovane. La più anziana, invece, è una donna di 72 anni. L'età media è 40 anni. «La situazione resta controllo - spiega il sindaco Enzo Napoli - Stiamo avendo un ottimo successo della campagna vaccinale. Stiamo rinforzando i controlli e monitoriamo quanto sta succedendo. Per il momento le misure restrittive della Regione sono sufficienti». Chiusi anche uffici di Palazzo di Città, per consentire operazioni di sanificazione degli ambienti. La sanificazione ha interessato, ieri mattina, anche gli uffici del settore tributi e quelli della pubblica istruzione e formazione in via Giacomo Costa. Questi uffici resteranno chiusi anche oggi.

Video

A Eboli si contano altri 57 contagi. Il numero complessivo dei casi positivi dall'inizio della pandemia è 2952. Il numero dei decessi è 54. Con riferimento ai dati cumulativi per il periodo 18-22 dicembre 2021 (1 ospedalizzato): il numero dei nuovi positivi è pari a 57, delle guarigioni è 19, dei decessi è 1. Ad oggi sono in isolamento domiciliare 130 soggetti positivi. Passando in Costiera Amalfitana, sono 50 i nuovi positivi comunicati dai sindaci, di cui 3 a Scala, 2 ad Agerola, 10 a Tramonti, 20 a Maiori e 15 a Vietri sul Mare. Si contano anche 20 guariti: 4 a Scala, 7 ad Agerola, 2 a Maiori e 7 a Vietri sul Mare. A tramonti sono diversi i nuclei familiari coinvolti: tutti i contagiati (eccetto i bambini) sono vaccinati. «Sono stati già predisposti i tamponi per i contatti diretti, che saranno somministrati nei prossimi giorni - dicono dal Comune - Nell'invitare la cittadinanza a tenere alta l'attenzione, vogliamo incoraggiare chi non l'ha ancora fatto a vaccinarsi. Siamo alla quarta ondata, in una nuova emergenza epidemiologica dovuta all'aggressività della variante Omicron. Occorre evitare le occasioni di assembramento, indossare la mascherina quando si sta al di fuori del proprio nucleo familiare e disinfettare frequentemente le mani». A Vietri sul Mare sono state annullate tutte le manifestazioni natalizie.

Sono 3mila 599 i nuovi positivi in Campania, su 58mila 660 test esaminati. L'incidenza è del 6,13 per cento, in forte aumento rispetto al 5,30 per cento di ieri. Nove le nuove vittime censite nel bollettino dell'Unità di crisi della Regione: 7 nelle ultime 48 ore e 2 decedute in precedenza, ma registrate ieri. Scendono i posti occupati in terapia intensiva 31 (meno 1), stabili quelli in degenza, 463. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA