Covid, a Salerno c'è la terza ondata:
​registrati 436 contagi in un giorno

Giovedì 25 Febbraio 2021 di Sabino Russo
Covid, a Salerno c'è la terza ondata: registrati 436 contagi in un giorno

La tanto temuta terza ondata sfonda nel salernitano. I 436 tamponi positivi comunicati ieri dall'Unità di crisi riportano la provincia ai livelli di novembre. È allarme nell'Agro, dove si contano 278 degli infettati totali, di cui 71 solo a Scafati. Nuova fiammata anche a Salerno, che mostra 62 casi. Qui, quattro contagi si rilevano in via degli Uffici finanziari, con tre positivi nella Conservatoria registri immobiliari e uno all'Agenzia delle entrate. Da registrare anche un decesso ad Eboli. Dall'Asl, intanto, giunge l'invito a stare attenti alle truffe per i vaccini a domicilio, dopo la segnalazione di tentativi di raggiri attraverso telefonate che preannunciano la visita di presunti medici presso la casa dell'assistito per la somministrazione del siero.


L'ANDAMENTO
I segnali dell'arrivo di una terza ondata erano nell'aria già da qualche settimana. La ripresa dei contagi a Salerno e nell'Agro, col conseguente coinvolgimento di tutti i diversi contatti più o meno stretti da controllare, poi, non poteva che far presagire una impennata dei casi, che puntuale è giunta a portare il conto. Proprio i contagi emersi in città, insieme a quelli nell'area nord, che da soli raggiungono quota 340 del totale, d'altronde, danno la dimensione della situazione attuale, anche se si rileva una accresciuta diffusione un po' in tutte le aree della provincia. Sono 436 i tamponi positivi comunicati ieri dall'Unità di crisi, di cui ad Agropoli 6, Angri 31, Ascea 1, Baronissi 7, Battipaglia 11, Bellizzi 5, Buonabitacolo 3, Camerota 1, Campagna 2, Capaccio Paestum 14, Castel San Giorgio 6, Castel San Lorenzo 1, Cava de' Tirreni 8, Centola 1, Ceraso 1, Cetara 13, Corbara 1, Eboli 11, Giffoni Valle Piana 2, Giungano 1, Mercato San Severino 6, Montecorvino Pugliano 1, Montecorvino Rovella 2, Nocera Inferiore 30, Nocera Superiore 7, Olevano sul Tusciano 3, Pagani 27, Pellezzano 7, Polla 4, Pontecagnano Faiano 19, Roccapiemonte 5, Romagnano al Monte 1, Sala Consilina 2, Salerno 62, San Cipriano Picentino 4, San Gregorio Magno 1, San Mango Piemonte 4, San Marzano sul Sarno 16, San Valentino Torio 14, Sant' Egidio del Monte Albino 8, Sarno 20, Scafati 71, Tramonti 1, Vietri sul Mare 15. Con quelli di ieri, sfondano i 39mila casi complessivi dall'inizio dell'epidemia i contagi nel salernitano. Stando all'ultimo bollettino dell'Asl, la scorsa settimana si sono registrati anche 28 decessi, per un totale di 561. Per fortuna, si conta un'impennata di guariti, in crescita di 3880 unità (16mila 776 in tutto). L'importante passo in avanti ha portato di nuovo il segno meno davanti al numero degli attuali positivi rispetto alla settimana precedente, in diminuzione di 1447 unità (21mila 601 totali). Nonostante questo fanno segnare il tutto esaurito le corsie covid dei presidi ospedalieri salernitani, a causa di un deciso incremento dei pazienti sintomatici.

Posti letto esauriti e ambulanze in coda, Scafati rivive l'incubo della zona rossa


L'AVVISO
Dall'Asl, intanto, giunge l'invito a stare attenti alle truffe per i vaccini a domicilio, dopo la segnalazione di tentativi di raggiri attraverso telefonate che preannunciano la visita di presunti medici presso la casa dell'assistito per la somministrazione del siero. L'azienda sanitaria spiega che «la gestione delle prenotazioni e delle sedute vaccinali avviene attraverso la piattaforma regionale Sinfonia, che prevede un sistema di invio automatico tramite mail o sms della data di prenotazione ai contatti inseriti in piattaforma dagli utenti stessi. La chiamata telefonica è prevista unicamente in caso di soggetti over 80 non deambulanti, per consentire la vaccinazione a domicilio». Al momento, sottolinea la Asl di Salerno, «tale modalità non è stata ancora avviata, e quindi nessun ufficio dell'Azienda sta effettuando telefonate in tal senso. Eventuali modifiche saranno ufficialmente comunicate dall'Azienda». L'Asl invita quindi «la popolazione alla massima cautela». Attualmente, sono 59mila 747 i vaccinati in provincia di Salerno. Sono 61mila 645, invece, le adesioni, di cui 17mila 411 tra il personale scolastico e 44mila 234 ultra 80enni. L'Asl, per favorire la campagna, sta anche incrementando i punti vaccinali nei distretti sanitari di Nocera, Capaccio, Roccadaspide, Teggiano e Sapri. Restano sempre attivi, in ogni caso, gli altri centri presso gli ospedali di Salerno, Nocera Inferiore, Battipaglia, Polla, Vallo della Lucania, Eboli, Sarno, Scafati, Oliveto Citra e Agropoli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA