Paestum,ragazzi contagiati
alla festa di Capodanno in casa

Lunedì 11 Gennaio 2021 di Mario Amodio e Paola Desiderio

Da alcuni giorni tra nuovi contagi, in diminuzione, e guariti, i casi di Covid19 a Capaccio Paestum erano ormai in calo, dopo avere superato i 100 casi. Fino a sabato scorso quando, in un solo giorno, sono risultati 19 nuovi positivi, la maggior parte dei quali sono ragazzi che avrebbero partecipato ad una festa in un'abitazione privata la notte del 31. La notizia nella giornata di ieri ha fatto subito il giro dei social dove in tanti hanno manifestato disapprovazione per un evento che si sarebbe svolto in barba alle norme per il contenimento della diffusione del virus e per il quale ora i partecipanti alla festa, oltre ad avere in alcuni casi contratto il virus, rischiano anche una multa di 400 euro, così come, naturalmente, i proprietari dell'abitazione. Uno dei ragazzi partecipanti, dopo essere risultato positivo al virus, avrebbe informato gli altri e altri sarebbero risultati a loro volta positivi. Sulla vicenda sono in corso indagini da parte degli agenti della polizia municipale guidati dal comandante Natale Carotenuto. Al momento sono in totale 56 le persone positive al virus a Capaccio Paestum e 106 quelle in quarantena fiduciaria.

Anche Minori chiude per Covid. Il lockdown è stato deciso dal sindaco Andrea Reale alla luce dei dati epidemiologici che hanno evidenziato una impennata di contagi negli ultimi giorni. E così da oggi e fino al 24 gennaio il piccolo comune della Costiera sarà in zona rossa per effetto dell'ordinanza n. 3 firmata sabato sera dal primo cittadino, che ha disposto la chiusura degli uffici comunali, delle chiese, del cimitero e dei circoli sociali. Sospeso anche lo svolgimento del mercato settimanale del giovedì, mentre sarà vietato effettuare visite di cortesia presso le abitazioni di parenti ed amici e qualsiasi festeggiamento e/o riunione sia in locali pubblici che luoghi privati. I titolari degli esercizi commerciali dovranno garantire ingressi contingentati e distanziamento dei clienti. Bar, ristoranti e attività commerciali simili potranno lavorare soltanto con l'asporto e con la consegna a domicilio. L'attività didattica, invece, sarà possibile soltanto a distanza. La decisione, che giunge a distanza di un giorno da quella della vicina Maiori, è stata assunta in seguito ai nuovi contagi registrati in paese dove si contano 18 positivi, sei dei quali nella sola giornata di venerdì.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA