Conticchio questore di Salerno:
pugliese, arriva da Campobasso

Sabato 28 Maggio 2022 di Petronilla Carillo
Conticchio questore di Salerno: pugliese, arriva da Campobasso

Arriva da Campobasso e la sua vita professionale è costellata di indagini contro l’avanzata della malavita organizzata ma anche da un’esperienza, all’interno del Corpo, completa perchè ha rivestito ruoli differenti. E non solo: si è anche adoperato nella formazione delle nuove leve. Dal prossimo primo giugno, il dirigente superiore, Giancarlo Conticchio, sarà il nuovo questore di Salerno. È di ieri l’ufficialità della decisione ad opera del capo della polizia di Stato, e direttore generale della Pubblica sicurezza, Lamberto Giannino.

Conticchio ha 60 anni, è nato a Gravina in Puglia - provincia di Bari - e indossa l’uniforme della polizia di Stato dal 1988. Laureato in Giurisprudenza, e specializzato in Criminologia clinica e Psichiatria forense presso l’Università di Bari, ha accettato l’incarico a Salerno dopo aver svolto diverse altre funzioni in diversi altri uffici di pubblica sicurezza. Con se, dunque, porta un bagaglio professionale «importante». Conticchio succede al questore Maurizio Ficarra, siciliano, che dal 31 maggio andrà in pensione. 

Video

Agli inizi della sua carriera ha prestato servizio presso il Reparto Mobile di Bologna, occupandosi tra le tante manifestazioni di ordine pubblico, anche ed in particolare dei Campionati Mondiali di calcio Italia ’90. Quindi è stato vicedirigente della Squadra mobile di Taranto per poi dirigere la stessa squadra a Matera dove è rimasto sino alla promozione a primo dirigente della Polizia di Stato, avvenuta nel 2005. Ha svolto servizio a Torino, in occasione delle Olimpiadi Invernali “Torino 2006” dirigendo particolari ed impegnativi servizi di Ordine Pubblico; quindi è stato direttore della scuola Allievi Agenti di Vibo Valentia. Dal sud al nord: a Gorizia è stato vicario del questore; stessa funzione anche a La Spezia e, in un primo momento, a Campobasso. Nel marzo del 2011 è andato in forza alla questura di Agrigento, per svolgere la missione a Lampedusa nei servizi finalizzati a fronteggiare il fenomeno del massiccio flusso migratorio dall’area del Nord Africa. Di lì un altro incarico prestigioso, al dipartimento della Pubblica Sicurezza presso il ministero dell’Interno, Roma, con l’incarico di direttore della Divisione Ispettori del Servizio Dirigenti, Direttivi ed Ispettori. Di qui, poi, l’assegnazione al Compartimento Polizia Ferroviaria per la Calabria, di Reggio Calabria, con l’incarico di dirigente reggente; e successivamente ha svolto lo stesso incarico al Compartimento per la Puglia, Basilicata ed il Molise, con sede a Bari. Nel 2017, da dirigente superiore della polizia di Stato, assume il primo incarico a Cosenza come questore. Solo un anno dopo viene nominato vice direttore e direttore del Servizio Affari Generali della Scuola Superiore, la quale, in quel periodo, fu oggetto di un intervento di sostanziale riorganizzazione. Infine, l’incarico di questore a Campobasso.

Ultimo aggiornamento: 13:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA