Da Volcei a Buccino, ecco il progetto
di valorizzazione nella Valle Del Sele

Venerdì 5 Novembre 2021
Da Volcei a Buccino, ecco il progetto di valorizzazione nella Valle Del Sele

Due giorni per promuovere e per inaugurare un nuovo allestimento museale e la messa a sistema del patrimonio archeologico, artistico e culturale di Buccino, piccolo centro nel cuore della Valle del Sele in provincia di Salerno. Si presenta, il 5 e il 6 novembre, “Da Volcei a Buccino”, un progetto programmato e finanziato dalla Regione Campania, realizzato e promosso da Scabec S.p.A., con il supporto del Mic – Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio, del Comune di Buccino, della Fondazione Luigi Gaeta – Centro Studi Carlo Levi, della Proloco di Buccino per un investimento complessivo di quasi duecentomila euro su fondi POC 2014-2020. L’azione nasce per mettere in relazione l’archeologia del territorio con la contemporaneità e creare una destinazione turistico culturale di grande interesse e di particolare e facile fruizione. 

L’archeologia dell’Antica Volcei rappresenta, infatti, un unicum: siti archeologici nel centro urbano, emersi durante il sisma dell’80 all’interno delle abitazioni, luoghi in cui gli abitanti interagiscono quotidianamente e che hanno saputo conservare. Un parco archeologico che si articola, quindi, lungo tutto il paese di cui il Museo archeologico, nato per custodire i reperti, completa e integra l’itinerario. Se l’antica Pompei ci ha permesso di fermare il tempo all’epoca romana per capire e conoscere come era la vita di duemila anni fa, a Buccino l’antica Volcei è una formidabile testimonianza presente ogni giorno nelle vite degli abitanti adattando il passato e la memoria alle azioni del presente e alla visione del futuro. Vari i livelli di intervento di valorizzazione: i primi sono stati realizzati per il Museo archeologico nazionale Marcello Gigante e il Parco Archeologico Urbano, con la creazione di una identità visiva e il rinnovo della segnaletica interna ed esterna, con la fornitura di materiali didattici di supporto, come la mappa e tecnologie per la fruizione anche digitale.

La nuova identità grafica, pur raccogliendo i tratti della precedente, rende ancora più riconoscibile il marchio di questo territorio, dove l’esperienza dell’arte è completa e racconta l’evoluzione storica di un territorio che ha visto per la sua fortunata posizione flussi di gente e culture diverse a partire dalla preistoria. Grazie alla collaborazione con la Fondazione Cives - Museo Archeologico Virtuale di Ercolano, il Museo Marcello Gigante è stato dotato di una serie di supporti multimediali che vanno a evidenziare la peculiarità di questo racconto attraverso la realizzazione di suggestive sale immersive multisensoriali dal grande impatto. Completano il programma della due giorni dedicata alla presentazione e promozione del sito, due momenti di confronto istituzionaleconcerti serali gratuiti aperti al pubblico con una delegazione di Passione Tour Next Generation, con concerti di Flo e Maldestro e la special guest di Dario Sansone il 6 novembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA