Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Dieta Mediterranea, gemellaggio
tra scuole di Pollica e New York

Martedì 12 Aprile 2022 di Antonio Vuolo
Dieta Mediterranea, gemellaggio tra scuole di Pollica e New York

Siglato a New York il gemellaggio tra la scuola cilentana di Pollica “G.Patroni” e la Community School 55 di New York finalizzato alla coltivazione nella Grande Mela delle antiche ortive del Cilento.

L’iniziativa rientra nel programma “𝐓𝐡𝐞 𝐏𝐨𝐰𝐞𝐫 𝐨𝐟 𝐒𝐞𝐞𝐝𝐬 – 𝐆𝐫𝐨𝐰𝐢𝐧𝐠 𝐇𝐞𝐚𝐥𝐭𝐡𝐲 𝐂𝐨𝐦𝐦𝐮𝐧𝐢𝐭𝐢𝐞𝐬 – 𝐌𝐞𝐝𝐢𝐭𝐞𝐫𝐫𝐚𝐧𝐞𝐚𝐧 𝐃𝐢𝐞𝐭 𝐟𝐨𝐫 𝐚 𝐒𝐮𝐬𝐭𝐚𝐢𝐧𝐚𝐛𝐥𝐞 𝐅𝐮𝐭𝐮𝐫𝐞” messo in campo dal Future Food Institute, Stephen Ritz con la sua scuola di Green Bornx Machine, il Comune di Pollica con il Centro Studi Dieta Mediterranea Angelo Vassallo e il Comune di New York.

«Oggi con i bambini della Community School 55, abbiamo piantato i semi antichi della Dieta Mediterranea frutto della lavoro di ricerca del CREA e alla straordinaria Rosa Pepe!Presto a NY crescerà il pomodoro peloso di Pollica e Pioppi e altre nostre ortive antiche» spiega Pisani.

«L’anno di coordinamento dell’Italia del Patrimonio UNESCO Dieta Mediterranea comincia con una importante missione negli Stati Uniti, per riannodare il filo che grazie ad essa unisce la terra natale di chi l’ha codificata, Margaret and Ancel Keys, e il Cilento, terra elettiva di questo stile di vita.Lo abbiamo fatto, grazie alla collaborazione con il Future Food Institute per costruire importanti relazioni istituzionali, fondamentali per creare nuove opportunità per il nostro territorio, ma soprattutto lo abbiamo fatto, con lo sguardo rivolto al futuro, ai bambini di Pollica e ai bambini americani, offrendo loro opportunità, strade da percorrere e reti da costruire» conclude il sindaco. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA