Disperso giovane turista:
«Sono ferito» e poi scompare

Domenica 11 Agosto 2019 di Antonietta Nicodemo
Dalla mattinata di venerdì scorso lo cercano tra le colline e le coste rocciose del Golfo di Policastro, ma di Simon Gautier non c'è traccia. Il ragazzo di 29 anni, di origine francese, ha chiesto aiuto al 112 intorno alle 9. Durante la telefonata, la batteria del cellulare si è scaricata e la conversazione si è interrotta. Il colloquio avuto precedentemente non è stato sufficiente per comprendere esattamente dove si trovasse e cosa gli fosse accaduto. Durante la telefonata, infatti, il giovane francese ha detto di essersi ferito a causa di una caduta. Il suo stato confusionale non gli ha permesso di indicare la posizione in cui si trovava. Ha riferito di essere a Policastro, in direzione Napoli, ma la cella del telefonino lo indicava posizionato a Maratea. Appena si è interrotta la conversazione sono scattate le battute alla ricerca del turista straniero.

 

«La padronanza della lingua italiana - spiega il capitano Calcagnile dei carabinieri di Sapri - lascia intendere che da tempo frequenta l'Italia». Sono state passate a tappetto le strutture ricettive per capire dove fosse alloggiato. Secondo le prime indagini, Gautier è senza fissa dimora ed era in giro nel Golfo di Policastro con una tenda da campo. Dopo aver battuto colline, grotte e strade di Maratea le ricerche si sono spostate lungo i sentieri, tra Policastro e Scario.
Per ore hanno interessato il percorso della Molara, dal centro cittadino scariota alla spiaggia della Grotta dell'Acqua. Un percorso di circa quattro chilometri, lungo la Costa della Masseta. Nelle ricerche sono impegnati carabinieri, vigili del fuoco, protezione civile e anche speleologi ed escursionisti che conoscono i sentieri che si inerpicano sulle colline e le montagne rocciose a ridosso del Golfo di Policastro. Ai raggi x anche anfratti e dirupi. Nessun familiare o amico ha sinora segnalato la scomparsa del francese. Il timore è che a causa della ferita e del caldo inteso, la colonnina di mercurio ha raggiunto anche i 34 gradi, il 29 enne sia svenuto e non abbia trovato le forze per rialzarsi e proseguire il cammino. Il fatto che sia stato lui a lanciare l'allarme, lascia intendere che era da solo. Ma non si può escludere che sia stato vittima di una aggressione. Ma è solo un'ipotesi che circola tra la gente del posto, che segue con apprensione la vicenda.
© RIPRODUZIONE RISERVATA Ultimo aggiornamento: 18:13 © RIPRODUZIONE RISERVATA