Due volte in ospedale e sempre dimesso,
61enne muore in strada: giallo e indagini

Martedì 21 Gennaio 2020 di Nicola Sorrentino
Muore in strada, nonostante i soccorsi, colpito da un malore. È accaduto venerdì, a Pagani, ad un uomo di 61 anni, Raffaele Marrazzo, deceduto ufficialmente per arresto cardiaco. Sull’episodio è stata avviata un’indagine da parte della procura di Nocera Inferiore, condotta dal sostituto Anna Chiara Fasano. A riguardo non sono state sporte denunce, ma è la Procura a procedere d’ufficio dopo aver ascoltato un primo rapporto dalle forze dell’ordine. Ieri pomeriggio, il sostituto ha conferito incarico per l’autopsia, iscrivendo nel registro degli indagati due medici, uno in servizio all’ospedale di Nocera Inferiore e l’altro, invece, nel plesso di Pagani.

Il 61enne, il giorno prima del decesso, ma anche durante, avrebbe svolto due differenti visite in ospedale, per poi essere dimesso. L’obiettivo della procura è quello di comprendere se, durante quei due episodi, i medici che lo hanno visitato ed avuto in cura abbiano fatto tutto il necessario, secondo la prassi e il tipo di codice registrato. L’uomo era seduto su di una panchina, quando si sarebbe accasciato al suolo, per via di un malore. Soccorso velocemente da alcuni passanti e commercianti, poi da un’ambulanza del 118. Alla magistratura, ora, il compito di verificare se vi siano state mancanze nell’assistenza. Ultimo aggiornamento: 08:15 © RIPRODUZIONE RISERVATA