Salerno, fondi dal ministero per il Duomo: «Sono scrigni di tesori»

Il ministro risponde alla Camera a un'interrogazione presentata da Azione

Il Duomo di Salerno
Il Duomo di Salerno
Giovedì 30 Maggio 2024, 00:00
2 Minuti di Lettura

La Cattedrale di Salerno e l'Abbazia della Santissima Trinità di Cava de' Tirreni sono «due siti di rilevante valore storico e culturale» e i relativi interventi di restauro sono ripartiti e si registrano «concreti avanzamenti». Lo ha detto il ministro della Cultura, Gennaro Sangiuliano, rispondendo ad una interrogazione alla Camera presentata da Azione che, ha detto, «mi permette di esporre i risultati ottenuti dopo il mio insediamento».

I due siti sono «dei veri e propri scrigni di tesori la cui preservazione e valorizzazione è al vertice della mia agenda», ha detto il ministro, ricordando che i lavori decisi nel 2016 si erano fermati anche a causa di significativi aumenti dei costi e che, in particolare per la Cattedrale, è in corso un procedimento di riprogettazione dei restauri e degli interventi da effettuare. 

Con riferimento alla Cattedrale di San Matteo, nel 2016 «era stato approvato un intervento finalizzato al recupero del complesso, finalizzato al completamento del restauro del quadriportico, della loggetta della facciata del Duomo e di alcuni arredi di marmorei, per un totale di 1.506.000 euro», ha sottolineato Sangiuliano. Che ha spiegato come «allo stato attuale, anche in ragione dell'incremento significativo dei costi rispetto alla prima progettazione redatta sulla base del prezzario del 2018, è in corso un'attività di riprogettazione del restauro degli arredi e degli interventi da effettuare sul quadriportico e sulla loggetta della facciata della Cattedrale. Questi ultimi devono essere coordinati con il progetto di ristrutturazione antisismica del Campanile, per il quale sussiste un ulteriore finanziamento di 400.000 euro».

© RIPRODUZIONE RISERVATA