Eboli, via ai lavori per le aree verdi intorno al torrente Tufara

Nel programma c'è anche la manutenzione degli immobili in uso e di proprietà degli enti gestori delle aree protette

Eboli, via ai lavori per le aree verdi intorno al torrente Tufara
Eboli, via ai lavori per le aree verdi intorno al torrente Tufara
Giovedì 8 Dicembre 2022, 18:01 - Ultimo agg. 9 Dicembre, 10:10
3 Minuti di Lettura

Ripristino del Parco Regionale dei Monti Picentini, dei percorsi di passeggiate e attraversamenti del Torrente Tufara all'Ermice, decespugliamento a ridosso del sentiero, pulizia dei canali del torrente, ripristino delle attrezzature e della cartellonistica nell'area Ermice. È questo il lavoro che Sma Campania ha iniziato nel territorio del Comune di Eboli, in provincia di Salerno, per la manutenzione e riqualificazione ambientale della località Ermice.

Gli uomini della Sma hanno iniziato i lavori che porteranno alla riqualificazione ambientale per la fruizione del patrimonio della Regione Campania. Il programma annuale prevede la piena fruibilità dei sentieri del parco e anche delle aree verdi pubbliche, oltre alla pulizia da rifiuti di ogni genere, che saranno poi smaltiti dal Comune di Eboli.

«Il lavoro di Sma - spiegano i tre membri del cda di Sma Tommaso Sodano, Fiorella Zabatta e Antonio Capasso - punta alla difesa costante del territorio della Campania, perché valorizzare le bellezze significa aver cura della natura, conservarla intatta lasciando il pulito e piccolo passaggio per i visitatori. Si tratta di un lavoro lungo che il personale di Sma fa con esperienza e con le attrezzature di ultima generazione, ma anche con la manualità che arriva dall'esperienza e dallo studio dei territori da parte dei dirigenti dei lavori. Lavoriamo per restituire al più presto una giornata indimenticabile a chi vorrà esplorare il parco vicino a Eboli».

Video

Nel programma c'è anche la manutenzione degli immobili in uso e di proprietà degli enti gestori delle aree protette. Tra gli interventi che sono cominciati in questi giorni c'è il ripristino della funzionalità dei sentieri del parco, mediante interventi di decespugliamento localizzato, leggere potature di siepi o piante arboree, raccolta di foglie, rami e detriti vari, ma anche ripristino della funzionalità del piano di calpestio, delle cunette, dei tombini e rasatura dei tappeti erbosi. Ci sarà anche la perfetta cura delle aree per pic-nic, di parcheggio oppure a verde del patrimonio del parco e il ripristino delle staccionate. I lavori prevedono anche la manutenzione della segnaletica e degli arredi dei sentieri, con la riverniciatura e stabilizzazione dei manufatti in legno, il ripristino dell'area di sedime dei sentieri, compresa la realizzazione di piccole opere con impiego di tecniche di ingegneria naturalistica, tra cui il ripristino di scalini in pietra o legname, piccole opere di regimazione idraulica ed eliminazione del materiale franato in modo da liberare il fondo da eventuali ostacoli lungo il sentiero. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA