Elezioni a Padula,
Michela Cimino nuovo sindaco

Martedì 5 Ottobre 2021
Elezioni a Padula, Michela Cimino nuovo sindaco

«È la vittoria del popolo di Padula». Sono le prime parole da sindaco di Michela Cimino, la prima donna eletta alla guida della storia della città di Padula.

Ha battuto la concorrenza di Dario Tepedino che era alla guida della lista con il sindaco uscente Paolo Imparato. Un ribaltone insomma.

Cimino è stata per quattro anni e sei mesi vice sindaca di Paolo Imparato, poi sono scoppiate le scintille tra i due proprio per le candidature e la Cimino ha deciso di correre da sola. Una scelta che evidentemente ha pagato visto l’ampio margine, oltre 600 voti, tra le due sole liste in lizza per il ruolo di sindaco.

«Da domani sarò il sindaco di tutti - ha affermato circondata dai suoi fedelissimi - e lavorerò per il bene del paese».

Turismo e giovani i punti cardini del programma elettorale della Cimino. «Abbiamo giovani davvero valido sul nostro territorio e dovremo e vorremo puntare su di loro per costruire insieme il nostro futuro. Ovviamente non potremo prescindere dalla splendida Certosa di San Lorenzo. E non solo».

La vittoria della Cimino è comunque una sorpresa considerate le premesse iniziali anche perché Tepedino aveva messo in squadra oltre a Imparato, anche consigliere provinciale, anche Tiziana Bove Ferrigno, sposata con Giovanni Guzzo, altro consigliere della Provincia di Salerno. Nulla da fare però di fronte alle scelte della popolazione padulese. «Ho sentito l’affetto della gente durante tutta questa campagna elettorale ed ero sicuro di farcela. Ho capito grazie a loro che ce l’avremo fatta. Sono davvero felice ed emozionata per questo importante traguardo», ha concluso.

Ultimo aggiornamento: 12 Ottobre, 15:47 © RIPRODUZIONE RISERVATA