La maxi evasione del resort turistico:
sequestrati beni per 200 mila euro

Venerdì 8 Novembre 2019 di Carmela Santi
Un sequestro di beni per un valore di circa 200mila euro è stato eseguito questa mattina dalla Guardia di Finanza nei confronti di un imprenditore di Casal Velino, nel Cilento. Il provvedimento, chiesto dalla Procura, è stato firmato dal GIP del Tribunale di Vallo della Lucania. L’imprenditore è accusato del reato di presentazione infedele della dichiarazione dei redditi al fine di evadere le imposte sui redditi. 

Le attività investigative, svolte dai Finanzieri della Tenenza di Marina di Casal Velino, sono scaturite da una verifica fiscale eseguita nei confronti di una locale impresa operante nel settore turistico-ricettivo ed hanno portato a rilevare l’omessa indicazione in dichiarazione di redditi per più di 750.000 euro.

Il sequestro per recuperare le tasse evase ha riguardato conti correnti riconducibili alla società e all’indagato, quote azionarie e societarie, un deposito di risparmio e un immobile. Grazie  © RIPRODUZIONE RISERVATA