Ex infermiere inseguito e accoltellato
per la pensione: caccia al vicino di casa

Martedì 3 Dicembre 2019 di Daniela Faiella
Accoltellato dal vicino di casa, in strada, tra la gente, per questioni di soldi. È ricercato da ieri mattina A.B., 57enne di Nocera Inferiore, che ha aggredito, in via Siniscalchi, un ex infermiere in pensione con un pugnale, sferrandogli cinque fendenti. Una richiesta di soldi non soddisfatta il movente alla base dell’accoltellamento. Il rifiuto della vittima avrebbe mandato su tutte le furie l’aggressore, scatenandone l’ira. Non è in pericolo di vita l’ex infermiere, finito al pronto soccorso dell’ospedale con due coltellate al torace, una all’addome e altre due alla schiena. L’uomo, E.G., 70 anni, pensionato, è stato colpito anche con pugni e calci. È costantemente monitorato dai medici del reparto di Chirurgia dell’Umberto I che vogliono escludere il rischio di danni agli organi interni e di emorragie interne. 

Al lavoro i poliziotti del commissariato di via Falcone, per ricostruire con esattezza la dinamica dei fatti. La caccia all’uomo è scattata subito. A.B. ha fatto perdere le sue tracce. Nessuno sa dove sia. Persona nota alle forze dell’ordine, con problemi di tossicodipendenza, il 57enne avrebbe avuto altri screzi in passato con la vittima. I due si conoscono bene. Vivono porta a porta, sullo stesso pianerottolo di un condominio in via Siniscalchi, vicino al punto in cui è avvenuta ieri l’aggressione. Da chiarire alcuni aspetti della vicenda. Gli agenti del vice questore Amato hanno ricostruito i fatti sulla scorta delle testimonianze rese da chi ha assistito alla scena e da chi ha poi prestato i primi soccorsi all’ex infermiere. Sembra che il settantenne avesse appena prelevato dei soldi allo sportello automatico dell’ufficio postale di via Marconi.  Ultimo aggiornamento: 07:33 © RIPRODUZIONE RISERVATA