Fanno benzina gratis per un guasto,
ora è caccia ai furbetti del pieno

Fanno benzina gratis per un guasto, ora è caccia ai furbetti del pieno
di Pasquale Sorrentino
Mercoledì 1 Giugno 2022, 17:11
2 Minuti di Lettura

Distributore "impazzito" a Polla e per circa 36 ore in molti hanno potuto fare benzina senza pagare. O meglio veniva immesso il pagamento e poi la colonnina, la numero 7, non conteggiava il pagamento ma erogava solo il carburante e a chi aveva fatto benzina o diesel veniva consegnato il tagliando della mancata erogazione. Questo a causa di un malfunzionamento del misuratore. In pratica l'accettatore automatico di banconote rilasciava uno scontrino parti all'importo del valore richiesto all'atto dell'erogazione. Alcuni automobilisti hanno anche utilizzato lo scontrino eseguendo un doppio rifornimento senza dire nulla ai proprietari del distributore. 

Il danno al distributore Eni lungo la Ss19 è stato di circa duemila euro. I proprietari hanno presentato denuncia ai carabinieri della Compagnia di Sala Consilina guidati dal capitano Roberto Bertini e ora attraverso le telecamere a circuito fisso si stanno individuando tutti coloro che hanno effettuato carburante. Per evitare guai, da quanto riferito, è possibile rivolgersi direttamente al distributore e comprendere il da farsi per l'eventuale pagamento, altrimenti si rischia che la denuncia possa portare a dei guai.

© RIPRODUZIONE RISERVATA