Fannulloni in ospedale, a Salerno avvisi di garanzia ai primi quattordici tra i 500 indagati

Sabato 6 Febbraio 2016 di Viviana De Vita

Ad una svolta l’inchiesta della Procura sullo scandalo assenteismo che, lo scorso settembre, ha travolto l’azienda ospedaliera San Giovanni di Dio e Ruggi D’Aragona. Il sostituto procuratore Francesco Rotondo, titolare del fascicolo, ha notificato l’avviso di conclusione delle indagini preliminari a 14 dei circa 500 indagati accusati di aver messo in piedi un vero e proprio «sistema» attraverso il quale i dipendenti ospedalieri si sarebbero assentati ingiustificatamente dalla struttura di via San Leonardo pur risultando presenti grazie a colleghi compiacenti che timbravano il cartellino.

Truffa ai danni dello stato e false attestazioni o certificazioni nell’utilizzo del badge, sono le ipotesi di reato contestate ai quattordici dipendenti incastrati dalle immagini delle telecamere puntate su due macchinette marcatempo, al termine di un capillare lavoro investigativo espletato dalla guardia di finanza ed apertosi, nel dicembre 2014, in seguito alla denuncia del sindacalista della Cisl Cicalese.
 

Ultimo aggiornamento: 08:18 © RIPRODUZIONE RISERVATA