Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Ferragosto: a Salerno 200 uomini in più,
movida e spaccio le priorità

Mercoledì 10 Agosto 2022 di Petronilla Carillo
Ferragosto: a Salerno 200 uomini in più, movida e spaccio le priorità

Duecento divise in più dal 12 al 16 agosto su tutto il territorio provinciale, in aggiunta a quelle già presenti, non soltanto per garantire i servizi di controllo del ferragosto ma anche per prevenire i reati predatori. E mentre in questura si lavora per la definizione del piano interforze che vedrà la collaborazione di tutti i corpi presenti sul territorio provinciale, il prefetto di Salerno, Francesco Russo, lancia un appello ai cittadini affinché siano «collaborativi e partecipi per avere tutti un ferragosto tranquillo». In particolare il prefetto invita i salernitani ed i turisti «a segnalare tutte le situazioni anomale che vedono per strada e intorno a loro».

E proprio per definire le linee guida del piano per un ferragosto tranquillo, ieri mattina si è tenuta una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, convocata in attuazione della direttiva del Capo della Polizia. 

«Sarà rivolta una particolare attenzione allo spaccio di droga e alla movida scostumata», ribadisce il prefetto Russo a margine dell’incontro al quale hanno partecipato il sindaco di Salerno, il questore, il vice comandante provinciale dei Carabinieri e il comandante della guardia di finanza. Le linee guida le stesse di sempre: proseguire nelle attività già messe in campo dalle forze di polizia, a seguito delle indicazioni impartite in precedenti riunioni del Comitato. Ovviamente il tutto su scala più ampia: in città la polizia avrà un rafforzamento del proprio organico anche con l’arrivo del Reparto prevenzione Crimine della Campania, stessa cosa anche per l’Arma dei carabinieri che avrà rinforzi. In provincia, invece, il comandante di ciascuna compagnia carabinieri e finanza, e i dirigenti dei commissariati, saranno a capo di altre squadre dislocate nei territori di competenza. I controlli saranno operativi anche via mare con l’aiuto della guardia costiera di Salerno, soprattutto sulle Costiere, mentre sul litorale salernitano sono previsti pattugliamenti dell’acqua scooter della polizia. Strade e autostrade verranno controllati dalla polizia stradale e il traffico ferroviario dalla polfer. 

In particolare, nella città di Salerno e nelle località balneari ove solitamente si registra la maggiore presenza di persone, soprattutto tra i più giovani - si legge nella nota delle prefettura - sarà dedicata particolare attenzione alla prevenzione e al contrasto dei reati predatori e dello spaccio di sostanze stupefacenti nonché alle verifiche di tipo amministrativo presso gli esercizi pubblici e i luoghi in cui si svolgono attività di intrattenimento e di pubblico spettacolo. Per quanto concerne le aree costiere, le attività saranno concentrate sulla sicurezza della circolazione marittima e sulla prevenzione e il contrasto del fenomeno dell’abusivismo commerciale e della contraffazione: in proposito, nel corso della riunione, sono stati approvati i progetti per le “Spiagge Sicure”, presentati dai comuni di Camerota, Capaccio Paestum e Centola, finanziati dal Ministero dell’Interno, per combattere l’abusivismo commerciale lungo la costa.

Ultimo aggiornamento: 06:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA