Festival delle Arti Marinare Cilentane,
presentato il Premio Speciale

di Antonio Vuolo

Valorizzare e diffondere la cultura del mare, dell’ambiente e della tradizione marinara cilentana. E’ l’obiettivo dell’ormai consolidato Festival delle Arti Marinare  Cilentane, organizzato dall’associazione Cilento Verde Blu e giunto alla nona edizione, che coinvolge gli istituti scolastici del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. Proprio nell’ambito di questa iniziativa si inserisce anche il Premio Speciale dedicato ad Achille Di Matteo, storico pescatore acciarolese scomparso nel 2013 e sempre vicino ai “laboratori” didattici promossi dall’associazione guidata da Giuseppe Damiani. Il Premio è stato presentato nei giorni scorsi, proprio ad Acciaroli, dall’associazione in collaborazione con il Comune di Pollica, Castellabate e Camerota, altri operatori del settore marittimo del Cilento ed alcuni dirigenti scolastici degli istituti già coinvolti, e alla presenza del comandante dell’Ufficio Locale Marittimo di Acciaroli, Maria Pia Ferrantino.

«Abbiamo voluto manifestare la gratitudine e la stima verso questo grande uomo di mare, nonché amico e collaboratore dell’associazione e convinto sostenitore del Festival delle Arti marinare cilentane», spiega il presidente di Cilento Verde Blu, Giuseppe Damiani. Il Premio Speciale "Zì Achille Di Matteo" sarà un prestigioso riconoscimento che l'Associazione Cilento Verde Blu conferirà ad uno degli autori finalisti e vincitori nelle varie categorie e sezioni del Concorso “Onda Lunga Cilentana", meritevole di aver raffigurato nella modalità più approfondita e accurata la tematica del concorso. Gli studenti candidati potranno concorrere, ognuno per la propria categoria (Scuola primaria o secondaria), nella forma espressiva artistica preferita tra le tre sezioni in concorso: Arte Grafico-Pittorica, Arte Fotografica, Arte Videografica. La tematica proposta nel Concorso 2018 ha per titolo “Uomo e mare, gioco e lavoro” e l’oggetto di studio è inerente al rapporto tra uomo e mare, fra natura e attività colonizzatrice dell’uomo, nella sua configurazione ludico-sportiva e lavorativa. «Ringrazio Giuseppe per l’affetto e siamo felici che abbiano deciso di dedicare un premio a nostro padre», aggiunge Antonio Di Matteo, uno dei figli di Achille. «La pesca vive un momento delicato e si corre il rischio serio di un progressivo abbandono senza un ricambio generazionale. – conclude il sindaco di Pollica, Stefano Pisani – Per noi, invece, è essenziale valorizzare la pesca artigianale, per di più nella patria della Dieta Mediterranea. Ci proviamo, quindi, sostenendo queste belle iniziative che mirano a diffondere, proprio tra i più giovani, la cultura del mare e della pesca».
 
Martedì 17 Aprile 2018, 14:32 - Ultimo aggiornamento: 17-04-2018 14:32
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP