C'è la frana, il Giro d'Italia cambia strada

di Pasquale Sorrentino

SASSANO - Tutto pronto, nonostante le frane, per l’unica tappa salernitana del prossimo Giro d’Italia. Tra iniziative culturali, appuntamenti naturalistici, strade da cambiare all’ultimo momento e un villaggio rosa già ben organizzato, il Comune di Sassano ha alzato il sipario sulla frazione, la sesta, che porterà i ciclisti dal paese delle orchidee fino a Montecassino. L’appuntamento è per il 15 maggio, un giovedì rosa, che farà assaporare alla provincia di Salerno il gusto della corsa ciclistica più famosa d’Italia. Ma gli organizzatori sono dovuti intervenire per poter far sì che la tappa – nonostante le difficoltà – potesse svilupparsi regolarmente. Infatti qualche mese fa lungo il tragitto che avrebbe dovuto essere percorso dai ciclisti si è verificata una frana. La strada nel territorio di Auletta e che porta verso il cosiddetto “Scorzo” a causa delle abbondanti piogge invernali è letteralmente crollata. Almeno venti metri di asfalto sono scivolati verso il fiume Tanagro che dalla parte inferiore ha “aiutato” a erodere il terreno.

Una situazione molto complicata e quindi impossibile da risolvere in poco tempo e di questo si sono accorti anche gli organizzatori del Giro d’Italia che hanno cominciato a pensare a un’alternativa. Ecco, quindi, che i ciclisti una volta partiti da Sassano e raggiunto prima Sala Consilina e poi Polla (dopo aver toccato Atena Lucana), dovranno percorrere l’ex 19 ter fino alla svincolo di Buccino, e quindi, dopo aver “aggirato” la frana riprendere il percorso iniziale a Serre (Caggiano, Auletta, Buccino. Sicignano e Postiglione sono i paesi toccati dalla carovana Rosa) ritornare sulla tappa “naturale”. Da sottolineare che anche la ex 19 ter da tempo è al centro di una lotta da parte di un Comitato cittadino che chiede interventi di messa in sicurezza del tratto stradale usato e usurato come percorso alternativo ai tempi dei lavori lungo la Salerno-Reggio Calabria. L’orario di partenza della tappa è alle 10.45. Si arriverà a Serre e Campagna, secondo la tabella di marcia presentata dagli organizzatori, intorno alle 12.28. Un’ora e trenta in bicicletta e si imboccherà quindi la via Nazionale Ss 19 a Eboli. Dalla ss19 ecco il cambio di strada sulla Ss18. I ciclisti in questo modo entreranno nei confini del comune di Battipaglia. I corridori percorreranno diverse strade interne fino a imboccare via San Belvedere e proiettarsi verso Bellizzi, sfiorare Montecorvino e addentrarsi in Pontecagnano. Con la speranza che i manti stradali siano sempre al top per accogliere le ruote delicate dei ciclisti, il gruppo continuerà il tragitto pianeggiante entrando a Salerno attraverso la via delle Calabrie e continueranno affrontando il lungomare contromano rispetto all’attuale direzione di marcia dei veicoli. Da Salerno a Vietri sul Mare con direzione Cava de’Tirreni e quindi ecco Nocera inferiore e Nocera Superiore. Il tragitto salernitano della sesta frazione si va quindi esaurendo non prima di aver tocca San Valentino Torio e poi Sarno. I ciclisti dopo di che entreranno nel territorio Napoletano con destinazione Lazio, Montecassino.
Lunedì 5 Maggio 2014, 11:38
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP