I furbetti con le targhe estere:
raffica di multe e rischio confisca

di Gianluca Sollazzo

Targa estera, fioccano le multe. In poco più di tre mesi scoperti 10 furbetti che guidavano un’auto con targa straniera per non pagare tasse di bollo e assicurazione. Sono nella maggior parte dei casi stranieri che però si trovano a Salerno da diverso tempo. La stretta della Polizia municipale arriva dopo il decreto sicurezza in vigore dall’1 gennaio scorso che ha introdotto misure severe per impedire il dilagare di coloro che usano lo stratagemma delle targhe estere per non pagare le multe, il bollo (e il superbollo) e di non preoccuparsi della revisione o di pagare l’assicurazione.

Nel capoluogo, a quanto si apprende, sono già dieci le super multe da 712 euro che hanno portato al fermo del veicolo non in regola. La circolazione con un veicolo immatricolato all’estero oltre il 60esimo giorno dall’acquisizione della residenza in Italia comporta una multa da 712 euro e l’immediata cessazione dalla circolazione del veicolo. Non solo. Nel caso in cui entro i successivi 180 giorni il veicolo non sia immatricolato in Italia o non sia tornato all’estero con foglio di via, è prevista la confisca.
Venerdì 26 Aprile 2019, 06:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 17 commenti presenti
2019-04-27 10:45:51
io vorrei sapere perchè non sequestrano al momento le auto senza assicurazione! Subito sul carro attrezzi, invece solo multe. Se a Marano di napoli, sequestrassero le auto senza copertura assicurativa col carro attrezzi, avremmo risolto 2 problemi: il traffico, e la sosta selvaggia. perchè questi se ne fregano di tutto e di tutti. invece adesso hanno fatto le strisce blu sul corso europa e vedi dalla mattina alle 08.00 in punto gli ausiliari a controllare chi non ha speso 1 euro per il grattino.
2019-04-26 17:33:15
Saranno nullatenenti di professione e come tali godono dell'immunità amministrativa di fatto. Conversioni delle pene, no è ?
2019-04-26 14:59:13
Evidentemente si cerca di non disturbare e di non mettere il bastone tra le ruote a coloro i quali vivono ( e bene) nella catena alimentare di questo fenomeno.
2019-04-26 14:08:28
samniticus, completo il suo pensiero; i napoletani si difendono da una stato che fa gli interessi delle assicurazioni e non quelle dei cittadini, quelle auto che girano a napoli(fenomeno del tutto legittimo, sapete cosa è l'area schengen, sulla libertà di circolazioni di persone, capitali e servizi ?)e non soltanto, ormai girano in tutte le città italiane, anche se al nord non ne hanno bisogno, per che la loro r.c.a. costano circa il 35% dei costi che pagano al sud. p.s. un paia di precisazioni, la mia auto ha le targhe italiane, lasciate perdere il discorso del tutto di parte delle assicurazioni e dei settentrionali, che dicono che al sud e in particolare a napoli facciamo le "trastole". eccoli questi sono gli ultimi dati istat sugli incidenti automobilistici in italia: Nel 2017 si sono verificati in Lombardia 32.552 incidenti stradali che hanno causato la morte di 423 persone e il ferimento di altre 44.996. nel Lazio 19.590 incidenti stradali che hanno causato la morte di 356 persone e il ferimento di altre 27.066. . Emilia-Romagna 17.362 incidenti stradali che hanno causato la morte di 378 persone e il ferimento di altre 23.500. Toscana, 16.099 incidenti stradali che hanno causato la morte di 269 persone e il ferimento di altre 21.390. Piemonte 10.823 incidenti stradali che hanno causato la morte di 279 persone e il ferimento di altre 15.783. Veneto 13.844 incidenti stradali che hanno causato la morte di 301 persone e il ferimento di altre 18.984. Campania 9.922 incidenti stradali, che hanno causato la morte di 242 persone e il ferimento di altre 14.770. samniticus, se vuoi te lo insegno io come fare e tutto legalmente_
2019-04-26 13:11:48
la cosa "strana" è che tutti i "signori" che girano con mezzi dotati di targa "estera" hanno facce patibolari!

QUICKMAP