Furti al cimitero
La rabbia dei cittadini

Domenica 9 Maggio 2021 di SImona Chiariello
Furti al cimitero La rabbia dei cittadini

Ancora furti al cimitero. Nella giornata di ieri, una signora cavese ha segnalato l’ennesimo episodio che ha scatenato la rabbia di tanti concittadini, ormai esausti delle continue ruberie sulle tombe dei cari estinti. Non solo erbacce e sporcizia, ma anche veri e propri atti di sciacalaggio che non sembrano aver tregua. «È davvero vergognoso - dice un signora - Come è possibile rubare su una tomba. Altro che piccola Svizzera siamo degli incivili». E così i bottini vanno dai semplici fiori e piante ai lumini, oggetti ornamentali ed altri monili in rame». Con gli autori che si confondono con i visitatori, rendendo difficile l’identificazione. «Nella mattinata di ieri sono andata a fare visita a mia suocera - racconta la donna - ed erano stati rubati i fiori e i lumini. Un comportamento vergognoso. Mi domando come si fa a rubare su una tomba». Negli ultimi anni si sono susseguite le segnalazioni e le denunce, ma purtroppo non si è arrivati ad una soluzione. «Purtroppo gli addetti al cimitero non possono fare molto, anche perché i responsabili di questi episodi si confondono con i visitatori e quindi diventa difficile identificarli». E continuano: «Sarebbe opportuno usare delle misure più incisive come possono essere, ad esempio, un sistema di videosorveglianza che permette di sorvegliare il flusso di persone che entra nel cimitero ed identificare i malintenzionati. Ripetiamo non si tratta di furti di grosso valore, se si fa eccezione per oggetti in rame, ma è soprattutto una questione di rispetto della memoria dei nostri cari». In tanti lamentano anche problemi di pulizia per la presenza di erbacce e diverse situazioni di scarsa manutenzione».
LA NOVITÀ
Nei giorni scorsi lo stesso sindaco Vincenzo Servalli ha assicurato che è prevista un’opera di restyling che riguarderà il cimitero cittadino. Una notizia che è stata accolta con grande soddisfazione dai cittadini che da troppo tempo stanno denunciando episodi di furti e di degrado. «È senza dubbio un’opera necessaria - spiega il presidente del Comitato Ordine e Quiete Giuseppe Salsano - le condizioni del cimitero così come dell’ospedale, sono il biglietto da visita di una città o meglio sono la prova del loro stato di qualità e di civiltà. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA