Furto in gioielleria a Battipaglia,
banditi messi in fuga dal sistema d'allarme

Lunedì 1 Marzo 2021 di Paolo Panaro
Furto in gioielleria a Battipaglia, banditi messi in fuga dal sistema d'allarme

Ladri in azione a Battipaglia. I malviventi, la scorsa notte, hanno fatto irruzione nell’oreficeria Giaquinto in via Roma e sono riusciti a rubare i gioielli che erano sul bancone. Il furto è stato compiuto in pochissimo tempo, una manciata di secondi, e i banditi con la refurtiva sono fuggiti via probabilmente con un’auto condotta da un complice. I poliziotti del commissariato di pubblica sicurezza di Battipaglia, diretti dal vicequestore Lorena Ciccotti, subito dopo il furto verso le 2 tra sabato e domenica, hanno raggiunto via Roma ed hanno avviato le indagini per rintracciare i banditi. Poi, sono stati allertati i proprietari della gioielleria e stando ad una prima stima la refurtiva ammonterebbe a circa 10.000 euro ma l’inventario per stabilire l’esatto valore dei gioielli rubati è ancora in corso. I poliziotti stanno verificando se ci sono filmati in cui sono stati immortalati i ladri che dopo aver messo a segno il colpo sono svaniti nel nulla. Nell’oreficeria sono entrati almeno due banditi che hanno racimolato orologi e gioielli e sono scappati prima che giungessero le forze dell’ordine. I malviventi hanno divelto la saracinesca e poi sono entrati nella gioielleria mentre si è attivato l’antifurto. Nel frattempo la polizia ha raggiunto via Roma ma i ladri erano già fuggiti con la refurtiva. Il classico furto messo a segno in poco tempo per evitare di imbattersi nelle forze dell’ordine.

Gli investigatori hanno effettuato i rilievi all’interno dell’oreficeria per tentare di individuare le impronte digitali dei malfattori che hanno compiuto il furto. Non c’è alcun testimone o meglio nessuno ha visto i ladri in azione che molto probabilmente erano incappucciati per non farsi riconoscere. La polizia a notte fonda ha istituito una serie di posti di blocco a Battipaglia e a ridosso dello svincolo autostradale per intercettare i malviventi che invece sono svaniti nel nulla prima dell’intervento delle forze dell’ordine. Sembra che i ladri siano stati molto attenti a non provocare rumori mentre scassinavano la saracinesca per entrare nell’oreficeria. Per non perdere tempo e rischiare di imbattersi nelle forze dell’ordine i ladri si sarebbero impossessati solo dei gioielli che erano sul balcone e non avrebbero rubato altro.

Ultimo aggiornamento: 08:44 © RIPRODUZIONE RISERVATA