Gianandrea Ferrajoli morto a 41 anni,
camera ardente e funerali a Roma

Domenica 12 Settembre 2021 di Silvia De Cesare
Gianandrea Ferrajoli morto a 41 anni, camera ardente e funerali a Roma

Ieri la camera ardente presso il Policlinico Gemelli di Roma, oggi alle 9, sempre nella Capitale, nel Santuario di San Salvatore in Lauro nell'omonima piazza i funerali di Gianandrea Ferrajoli, l'imprenditore geniale morto a 41 anni dopo un grave aver accusato un grave malore a sua volta derivato da una patologia oncologica di cui non aveva avuto avvisaglie. Amici, familiari e industriali perdono il loro timoniere, i messaggi di cordoglio si susseguono velocissimi e arrivano da ogni parte del mondo. Tra questi anche quello di Elisabetta Canalis. La showgirl gli ha dedicato due stories su Instagram: prima un cielo terso illuminato da un sole fortissimo con la scritta Ciao Giana e poco dopo una canzone dei The Weeknd, Save your tears for another day, ovvero conserva le tue lacrime per un altro giorno. Al refrain littlecrunb aggiunge: «A maggio mi ha detto che ti piaceva questa canzone, oggi mi diresti di fare esattamente così. Ci mancherai Gianandrea».

Alis, l'Associazione Logistica e Intermodalità Sostenibile, per cui lui, in qualità di presidente della commissione Ricerca, Sviluppo e Startup, era un asse portante, dedica a questo giovane visionario, ottimista e per bene, un'edizione del suo tg. Parallelamente tutte le bacheche social di Giana, il capo della Mecar, l'azienda di famiglia guidata prima dal nonno e poi dal padre, che lui aveva stravolto con le sue idee rivoluzionarie e vincenti, non smettono di registrare tag a suo nome in cui piovono ricordi e aneddoti. Era fiero delle sue radici, tant'è che quando si presentava sottolineava sempre di essere di Sant'Egidio del Monte Albino: sarà seppellito lì. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA