Gubitosi e la storia di Giffoni:
«Il presente che per me è già futuro»

Venerdì 28 Maggio 2021
Gubitosi e la storia di Giffoni: «Il presente che per me è già futuro»

«La storia e il futuro del Giffoni Film Festival»: è questo il tema dell'incontro promosso dal Rotary Club Est Salerno che ha visto il direttore Claudio Gubitosi in dialogo con i soci per raccontare l'idea di Giffoni. Dopo il saluto di benvenuto del presidente Dino Bruno, è stato Generoso Andria, vicepresidente del Rotary Club Salerno Est e presidente onorario del Giffoni Film Festival, a introdurre Gubitosi e a ripercorrere i mille ricordi legati al Festival.

«Vi anticipo - ha spiegato Gubitosi - il presente che per me è già futuro. La parola chiave è ri-evoluzione: una rivoluzione della normale evoluzione di Giffoni. Distruzione e rielaborazione, mettere in moto nuove energie. La ripresa deve essere utile e dobbiamo avere ben chiaro a chi ci rivolgiamo. Non ci si riprende facendo le stesse cose del 2019. Abbiamo iniziato già l'anno scorso, facendo un festival unico durante un periodo difficilissimo, abbiamo insegnato a reagire, ora dobbiamo riconoscere la nostra funzione e farlo con la determinazione e la passione di sempre».

Presto Giffoni diventerà un polo di eccellenza per i giovani e il cinema: in cantiere, oltre all'Arena per spettacoli e concerti e una nuova sala cinematografica, anche degli Studios, in cui i giovani potranno seguire corsi di sceneggiatura, documentari e serie animate. E un progetto per consentire a 400 studenti universitari di studiare direttamente a Giffoni. Intanto l'11 giugno, 200 direttori provenienti dai festival cinematografici di tutta Italia verranno ospitati a Giffoni per fare il punto sul futuro del cinema e della cultura, mentre il 24 giugno si terrà il Giffoni Day: per un giorno intero migliaia di ragazzi e ragazze provenienti da otto regioni italiane, oltre la Campania, si racconteranno in un evento live che si concluderà con la presentazione in anteprima mondiale del docufilm dedicato al Festival.

L'incontro si è concluso con le parole dei soci del club. «Portiamo Giffoni nel cuore - ha detto Antonio Brando - Claudio è un visionario, si pone davanti a sfide continue, il suo entusiasmo è sempre più forte». «Gubitosi sa guardare lontano - ha spiegato in conclusione Giuseppe Blasi - Lui ha 18 anni non 70. Vive il tempo e lo sa far vivere». La promessa è rivedersi appena possibile tutti in presenza a Giffoni. «Per guardare insieme il film che racconta la nostra storia - cha concluso Gubitosi - attraverso chi gli occhi, le parole, lo stupore di chi l'ha vissuta: i nostri ragazzi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA