Tre hippy a bordo di una casa viaggiante:
fermati per controlli anti-virus, poi «liberati»

Giovedì 19 Marzo 2020 di Carmela Santi
L'auto fermata ieri sulla Cilentana
Una vecchia Renault 4 caffellatte si ferma ad un distributore di benzina sulla Cilentana. La ventura non passa inosservata. Ai carabinieri della compagnia di Vallo della Lucania diretti dal capitano Annarita D’Ambrosio arriva più di una telefonata. Quando i militari arrivano sul posto comprendono la preoccupazione degli automobilisti. A bordo della vecchia Renault 4 c’è l’inverosimile. Una casa viaggiante. Ancor più particolari le tre persone che scendono dall’auto. Tre hippy, due uomini e una donna intorno ai quarant’anni.

La storia che appare al limite del reale, soprattutto in questo periodo in cui i controlli sul territorio sono serrati per l’emergenza coronavirus ha destato non poca attenzione e perplessità. La comitiva sarebbe partita qualche settimana fa dalla Francia con destinazione la Sicilia dopo aver attraversato l’Italia. I carabinieri hanno chiesto l’intervento sul posto degli agenti della Polizia Municipale guidati dal capitano Antonio Musto. È stato sollecitato anche l’intervento del 118. I tre viaggiatori francesi scortati dalle forze dell’ordine hanno raggiunto il pronto soccorso dell’ospedale San Luca, tra l’incredulità di operatori sanitari e volontari. A bordo dell’auto anche un cagnolino. I tre sono stati sottoposti a controlli. Poi non presentando alcun sintomo sono stati liberati e sono ripartiti, tra lo stupore delle persone che li hanno incrociati. Una scena che in tempi normali non sarebbe passata inosservata ma che in tempi di coronavirus ha lascito la comunità di Vallo senza parole. Ultimo aggiornamento: 08:05 © RIPRODUZIONE RISERVATA