Impatto frontale tra scooter
salgono a due le vittime

Martedì 8 Giugno 2021 di Nicola Sorrentino
Impatto frontale tra scooter salgono a due le vittime

Si è aggravato nella notte il bilancio dell’incidente che domenica sera è costato la vita a due persone. Dopo il decesso di un ragazzo di 17 anni, Manuel Kolaveri, originario di Castel San Giorgio della frazione di Trivio, intorno alle 2 di notte tra domenica e lunedì ha perso la vita anche Vincenzo Simeone, ragazzo di 31 anni, residente a Corbara. Restano ferite altre due persone, un amico del 17enne, che ha riportato fratture multiple ed una ragazza, che era invece in compagnia del ragazzo di 31 anni. L’impatto frontale tra due scooter e ad alta velocità si era verificato a Nocera Superiore, domenica sera, poco prima delle 22. Lungo via Nazionale, la strada che collega le due Nocera, in via Camerelle. Sulla dinamica hanno lavorato per diverse ore, durante la notte, i carabinieri del reparto territoriale di Nocera Inferiore, guidati dal colonnello Rosario Di Gangi. Attraverso rilievi ed escussione di potenziali testimoni. 


Stando alle prime ricostruzioni, gli scooter probabilmente provenivano da direzioni opposte, forse erano entrambi in fase di sorpasso. Lo scontro sarebbe stato inevitabile e violento, perché entrambi i mezzi sono finiti in gran parte distrutti. Da subito sono risultate essere gravi le condizioni di almeno tre persone. Quella del giovane di Castel San Giorgio, Manuel Kolaveri, giovane atleta tesserato con la scuola calcio EFFE 2G di Pagani, formazione under 18. A riguardo, il sindaco Paola Lanzara, ha proclamato il lutto cittadino: «L’amministrazione comunale e tutti i cittadini di Castel San Giorgio affranti si stringono al dolore della famiglia Kolaveri per la perdita del caro Manuel. Il giorno dei funerali verrà dichiarato lutto cittadino». La salma sarà liberata probabilmente solo dopo l’autopsia. In condizioni disperate era anche il 31enne, Vincenzo Simeone, da poco laureato in educazione fisica e preparatore atletico tra Corbara e Sant’Egidio del Monte Albino. Viaggiava con una ragazza, di Scafati, ricoverata in ospedale a Cava de’ Tirreni e sotto osservazione. Così come l’amico di Manuel, che invece si trova a Nocera Inferiore. I medici avevano tentato di rianimare sia il 17enne che il 31enne, ma sono stati costretti ad arrendersi dopo diversi tentativi. Riguardo la dinamica del sinistro, l’ipotesi degli inquirenti è che almeno uno dei due scooter viaggiasse ad una velocità sostenuta, per poi invadere la corsia dell’altro mezzo. La dinamica è tuttavia da chiarire. Da stabilire le direzioni di entrambi i veicoli. A guidare sarebbero stati proprio i due ragazzi deceduti. Sul posto erano giunte quattro ambulanze. L’inchiesta della Procura proseguirà nei prossimi giorni, con la liberazione di entrambe le salme per la celebrazione dei riti funebri. Ancora come due giorni fa, così come di recente e anni addietro, via Nazionale si conferma strada teatro di incidenti, spesso anche mortali, registrati in prevalenza durante le ore notturne.

Video

 

Ultimo aggiornamento: 10:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA