«Quei due imprenditori? Usurai»,
ma dopo 10 anni vengono assolti

di Viviana De Vita

0
  • 26
Erano stati accusati di aver stretto la cravatta al collo di un noto imprenditore Del settore delle costruzioni edili: sono stati assolti perché il fatto non sussiste dopo un calvario giudiziario protrattosi per dieci lunghissimi anni. Per i giudici della prima sezione penale del tribunale di Salerno (Presidente Mariella Montefusco, a latere Raffaella Caccavale e Giandomenico D’Agostino) Vito D’Ambrosio 53 anni di Campagna e Alfonso Pepe, 47 anni di Pagani, non usurarono l’imprenditore che, dopo la denuncia, riuscì anche ad avere accesso al fondo previsto per le vittime dell’usura ottenendo la liquidazione di una somma come risarcimento. Per il commerciante di Campagna, assistito dall’avvocato Costantino Cardiello, è la seconda assoluzione dal reato di usura in pochi mesi. I due procedimenti sono stati uno dei presupposti della misura di prevenzione, pendente ancora in Appello che, lo scorso giugno, ha portato al sequestro di tutto il suo patrimonio ammontante a circa due milioni di euro. 
Venerdì 22 Marzo 2019, 06:45
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP