Incendio in casa, dopo la moglie
muore anche il marito ustionato

Sabato 7 Dicembre 2019 di ​Paola Desiderio
A una settimana dall’incendio in cui ha perso la vita Michelina Miano, anche il marito, Donato Marino, si è spento all’ospedale Santa Maria della Speranza di Battipaglia dov’era ricoverato a seguito delle ustioni e dell’intossicazione provocata dal fumo. La notizia si è diffusa nel piccolo comune cilentano ieri mattina. Marino, 92 anni, è morto nel corso della notte.

Una doppia tragedia per la comunità di Trentinara che una settimana fa era già stata colpita dalla tragica morte della donna che non era riuscita a sfuggire alle fiamme propagatesi in fretta nell’abitazione. Le fiamme divamparono intorno alle 8 del mattino, al primo piano della palazzina di via Europa in cui i due coniugi vivevano da soli da quando i figli erano andati via di casa. Ma ogni giorno qualcuno dei familiari, figli o nipoti, vi si recava per accudirli, vista la loro anziana età. Sfortunatamente l’incidente che ha causato l’incendio, partito dalla cucina, è avvenuto di mattina presto, quando non c’era nessuno, forse partito dai fornelli o da una stufa, ipotesi sulle quali le indagini dei carabinieri di Capaccio capoluogo stanno cercando di fare chiarezza.  Ultimo aggiornamento: 08:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA