Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Incidente a Salerno, rabbia per Luigi
morto in moto: «Ora corri tra le nuvole»

Domenica 26 Giugno 2022 di Carmen Incisivo
Incidente a Salerno, rabbia per Luigi morto in moto: «Ora corri tra le nuvole»

Davanti alla porta del bar che aveva tanto faticato per aprire c'è solo un cartello che annuncia della chiusura causa lutto, in molti si fermano davanti al caffè Lux, nel cuore di Pastena, qualcuno lascia dei fiori bianchi. Il dolore è palpabile. Luigi Ferruzzi, 22 anni, era molto conosciuto in zona. In tanti, prima che un terribile incidente in moto nel primissimo pomeriggio di venerdì se lo portasse via, erano passati al bar per un caffè o per un aperitivo. È un andirivieni costante e composto, come quello che da quando ieri pomeriggio la salma è stata liberata, c'è all'obitorio dell'ospedale di Salerno dove Luigi è stato portato dopo l'incidente. Mamma Silvana non l'ha mai abbandonato, a provare a darle forza amici, parenti e conoscenti, tutti scossi per questa fine così tragica e prematura. I funerali del ragazzo si svolgeranno domani mattina alle 9.30 alla chiesa Gesù Redentore di via Carnelutti, nella zona orientale.

Nella giornata di ieri la pm Maria Chiara Minerva ha deciso di restituire la salma ai familiari dopo aver ritenuto sufficienti gli esami effettuati nelle immediatezze dell'incidente sulla salma del giovane che, com'era prevedibile, è deceduto a causa dei traumi riportati a seguito della caduta dalla moto e dell'impatto sia con l'asfalto che col muretto nel quale è terminata la corsa della moto dopo l'impatto terribile con l'auto che svoltava a sinistra. Gli agenti della polizia municipale sono ancora a lavoro per ricostruire esattamente la dinamica dell'accaduto ed appurare eventuali responsabilità. Nelle prossime ore, infatti, potrebbe arrivare al conducente dell'auto coinvolta nel sinistro mortale, un avviso di garanzia per l'ipotesi di reato di omicidio stradale. Al netto di quelle che poi saranno le risultanze investigative, si tratta - come spesso viene ripetuto in questi casi - di un atto dovuto al fine di consentire all'uomo, un dipendente di una municipalizzata che in quei minuti si stava recando a lavoro ed era in macchina con un'altra persona, di essere informato circa le indagini in atto. Successivamente sarà possibile capire di più della dinamica.

Al momento le ipotesi relative alla dinamica sono principalmente due. La prima vedrebbe Luigi impattare contro la vettura a causa di una svolta improvvisa di quest'ultima - l'auto infatti aveva già impegnato la corsia opposta per poter entrare nell'area di sosta di piazza D'Armi - Marconi gestita da Salerno Mobilità. La seconda, invece, racconterebbe dell'auto che svolta correttamente a sinistra dopo averlo segnalato con l'indicatore di direzione e il biker che non si sarebbe accorto della manovra e che dunque, forse tentando un sorpasso o semplicemente mantenendo l'andatura, avrebbe impattato contro il veicolo a quattro ruote. Insomma, il lavoro degli uomini del comandante Rosario Battipaglia è ancora nelle fasi clou e nelle prossime ore potrebbe culminare con la notifica di un avviso di garanzia su input della magistratura che sta trattando il caso.

Video

Sono decine i messaggi di cordoglio che corrono sui social e che ricordano il giovane 22enne con la passione smodata per le moto. «Il posto è lo stesso - scrive Mary postando una foto di Luigi in sella alla moto davanti al lungomare sul quale ha esalato l'ultimo respiro - come un presagio, la moto era tutta la tua vita ma oggi ha deciso ti portarti via. Ti vorrò sempre bene Giginiello, ci mancherai tantissimo». «Adesso puoi correre fra le nuvole - scrive Ciro - corri come piaceva a te e mi raccomando sta sempre vicino a tua mamma». Commosso anche Francesco: «Ciao Luigi eri un ragazzo solare e speciale, di te non ci potremo mai dimenticare. Nel cuore hai lasciato un dolore che nessuno potrà colmare». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA