L'Esercito Italiano e il Vallo di Diano
in aiuto dei bambini del Niger

ARTICOLI CORRELATI
di Pasquale Sorrentino

La raccolta solidale “Dona un sor..riso per i Bambini del Niger” che si è svolta a Sant’Arsenio, San Pietro al Tanagro e Contursi Terme è stata un successo tanto da riuscire a raccogliere, in due momenti diversi, 400 pacchi con abbigliamento, giochi per bambini, alimenti a lunga conservazione, scarpe e materiale per la scuola e cancelleria. Un progetto quasi unico nel Vallo di Diano voluto fortemente dal tenente colonnello Giovanni Graziano, in servizio presso l’8° Reggimento di Artiglieria “Pasubio”, di Persano impegnato nella missione bilaterale di Sostegno al Niger dal 29 luglio 2018 al 8 giugno 2019. Una volta giunto in Niger, il materiale è stato distribuito seguendo un piano concordato con le autorità locali.
 
 

L’intero progetto, inoltre, è stato arricchito anche da un gemellaggio tra  scuole nigerine e  scuole italiane che si è concretizzato in uno scambio di lettere e disegni tra gli studenti dei due paesi grazie all’intermediazione dei soldati italiani impiegati in Niger. Così come vi è stato il gemellaggio tra la squadra di calcio, della categoria Under 14, Indomita Sant’Arsenio e la squadra di atleti di Camp Bagaji in Niamey. Il tenente colonnello Graziano, sulla scorta di quanto già fatto in occasione delle Operazioni militari in Kosovo, Libano ed Afghanistan, ha assunto l’iniziativa, sul piano volontario e  personale, di promuovere il progetto di aiuti a sostegno delle realtà più bisognose del circondario di Niamey, la capitale del Niger, a partire dai tanti orfanatrofi disseminati per la città. L’iniziativa è poi stata fatta propria dal Comando MISIN diventando attività istituzionale del contingente italiano in favore della popolazione locale. Ad occuparsi della raccolta, dietro iniziativa di Graziano, sono state una serie di realtà del territorio a sud della provincia di Salerno. In particolare: "Più Insieme" di San Pietro al Tanagro, che ha coordinato un poco il tutto;l’Amministrazione comunale e il Gruppo di Protezione Civile di Contursi Terme e la parrocchia del Comune di Sant’Arsenio. 
La scuola elementare di San Pietro al Tanagro, inoltre, ha colto l’occasione dell’iniziativa per strutturare un progetto formativo per i bambini incentrato sugli argomenti della povertà in Africa e sul multiculturalismo. L’idea ha presupposto un gemellaggio a distanza attraverso l’intermediazione del contingente militare italiano operante in Niger. La raccolta definitiva dei tantissimi aiuti giunti dai paesi coinvolti nella raccolta si è tenuta a Sant’Arsenio dove hanno collaborato la parrocchia e l'amministrazione guidata da Donato Pica; le tre associazioni sportive delle categorie giovanili, di calcio, basket e pallavolo; l’associazione di volontariato Sanitaria; il Gruppo locale di Protezione Civile; il Circolo culturale della Bcc Montepruno di Roscigno; l’associazione culturale Amici della Musica; la cooperativa sociale Iskra  e diversi esercizi commerciali. L’associazione sportiva Indomita Sant’Arsenio, inoltre, ha raccolto uniformi della propria squadra Under 14 e le ha spedite a Niamey chiedendone la donazione ad una squadra di calcio in termini. Nello stesso tempo, i Sindaci dei Comuni di Contursi Terme e di Sant’Arsenio si sono già impegnati a promuovere delle manifestazioni pubbliche per rendere conto della destinazione del materiale raccolto sui propri territori e per rendere atto e merito a chi si è reso protagonista di questa gratificante storia.

 
Mercoledì 11 Settembre 2019, 12:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP