L'ultimo saluto a Carmine,
morto nel sonno a 23 anni

Giovedì 7 Giugno 2018 di Rossella Liguori
Carmine Esposito

Il volto di Carmine impresso sulle magliette bianche che indossano gli amici, i cugini, i familiari; il feretro portato a spalla dai ragazzi. E’ questa l’ultima immagine e l’ultimo saluto al giovane sarnese morto lunedì. E’ lì stampato con il sorriso di sempre, con quella voglia di vivere e sognare. Carmine Esposito e una morte che si fa fatica a comprendere. In silenzio, è andato via senza nemmeno accorgersene. Dormiva quando ha esalato l’ultimo respiro. L’esame autoptico disposto dal Pm, eseguito all’ospedale Martiri del Villa Malta di Sarno ha confermato le cause naturali del decesso. Questa mattina si sono svolti i funerali, tra lacrime ed incredulità, fiori bianchi e parole di dolore lasciate a mezz’aria.

Carmine aveva solo 23 anni, una intera vita da scoprire fatta di speranze, sogni e progetti. Tutto spento come un interruttore in una giornata funesta e senza spiegazioni. Era tornato a casa dopo una giornata di lavoro, si era messo a letto per riposare. A fare la tragica scoperta, la mamma appena entrata in camera a chiamare Carmine per la cena. La donna aveva trovato il figlio ormai senza vita ed a nulla erano valse le manovre di rianimazione di medici ed infermieri del 118.

© RIPRODUZIONE RISERVATA