La Madonna appare sulle pareti
della chiesa dell’Annunziata di Siano

Sabato 27 Giugno 2020 di Paola Florio

Da tre giorni sulla parete all’interno della chiesa Maria SS. dell’Annunziata di Siano si intravede palesemente una figura. È nitida. Tra i fedeli c’è grande emozione. Credono sia l’apparizione della Madonna. L’orario è sempre lo stesso: alle 16,30. Resta per circa un quarto d’ora. Poi, come è arrivata, scompare. Le persone stanno accorrendo ogni giorno per vedere con i propri occhi. Qualcuno, per verificare che non si trattasse di un gioco di luci dei raggi del sole, si è frapposto alla luce che filtrava, ma pare che l’immagine sia rimasta immobile nello stesso posto. Anche ieri pomeriggio era presente parecchia gente in attesa di vedere se anche quel giorno quella sagoma sarebbe apparsa. E così è stato. Fedeli e curiosi, in modo composto e senza accalcarsi, sono entrati in chiesa. Alcuni hanno atteso il proprio turno sul sagrato all’esterno del luogo sacro. C’è chi vede questi episodi come un segno. «È come se volesse inviarci un messaggio di conforto, dopo gli ultimi mesi difficili in cui abbiamo convissuto con la paura della pandemia», dice una donna. Ma c’è anche chi è scettico e non crede all’apparizione divina, ma spiega i fatti come un contrasto di luci e di ombre distribuite in modo da creare una figura. «Potrebbe essere una valida spiegazione, considerando che l’immagine viene riflessa sul muro sempre alla stessa ora» ribadiscono, infatti, due amici. 
 


Anche il sindaco Giorgio Marchese era presente alla presunta apparizione e, per quanto cauto, tende a credere. «Si tratta – dice – di un’immagine nitida che emoziona. Per chi, come me, è credente, sarebbe solo una conferma nella Fede. Non vi sono certezze di quello cui stiamo assistendo in questi giorni, ma possiamo interpretarlo come un invito alla preghiera, alla pace e all’unione». Più scettico il parroco della chiesa Maria SS. dell’Annunziata, don Giacomo De Filippis che parla di un fenomeno naturale. «È il sole – dice - che entra attraverso una delle vetrate e, riflettendosi sul muro, crea un’immagine. Se poi un fenomeno naturale può veicolare un messaggio di devozione, ben venga, ma non bisogna farsi prendere dall’isterismo. Chi è maturo nella Fede non è alla ricerca di segni».

Ultimo aggiornamento: 10:03 © RIPRODUZIONE RISERVATA