La mobilità su ferro, da comitati e sindaci la necessità della nuova tratta Eboli-Calitri

Sabato 17 Luglio 2021 di Margherita Siani
La mobilità su ferro, da comitati e sindaci la necessità della nuova tratta Eboli-Calitri

I cittadini e le istituzioni locali ci provano a costruire un percorso per realizzare una ferrovia est ovest, Valle del Sele-Irpinia. Questa mattina, a Contursi Terme, presso le terme Capasso, hanno sottoscritto un documento da inviare al Presidente Draghi. Chiedono attenzione per la realizzazione di 34 km, lungo il tratto Eboli-Calitri. Il documento sarà inviato in Regione Campania, ma anche Basilicata e Puglia per essere condiviso, all'interno ci sono le ragioni di questa scelta. All'incontro di stamattina, organizzato dal comitato Eboli-Calitri, con il Presidente Pietro Calabrese ed il portavoce Giacomo Rosa, erano presenti i Comitati delle ferrovie del Sud che hanno portato la preziosa testimonianza di altri luoghi e di altre battaglie. Quindi le amministrazioni del Sele, del Tanagro, della Piana, dell'Irpinia e del potentino, e sono già una quarantina che hanno votato dei deliberati da quando il Comitato ha iniziato questo percorso, quasi due anni fa. Presente l'on. Anna Bilotti. Coi nuovi fondi l'ipotesi avanzata potrebbe essere realizzabile,perché, come ha sostenuto mons Pasquale Cascio, Arcivescovo di S. Angelo dei Lombardi, i "diritti dei puccoli siano uguali a quelli dei grandi", riconoscendo la necessità di "muoversi perché qualcosa si muova". 

© RIPRODUZIONE RISERVATA